Ferrari F1, Sebastian Vettel promuove Kimi Raikkonen: “E’ un pilota leale”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (getty images)

Per il Mondiale di Formula 1 è tempo di riposo e in casa Ferrari le vacanze offrono una ventata di ottimismo dopo la vittoria di Sebastian Vettel nel GP d’Ungheria, al termine di una gara perfetta e di una partenza a dir poco fulminante.

Il gap con le Mercedes resterà di certo incolmabile, ma da qui a fine stagione c’è tempo per poter rimediare e puntare in alto per il 2016. Il pilota tedesco, quattro volte campione del mondo, in questi giorni ha parlato della differenza tra la Formula 1 di oggi e quella di alcuni decenni, dove esisteva maggior cameratismo tra i piloti

“Si tratta di momenti diversi, oggi rispetto a 30 o 40 anni fa, quando accadevano molte cose che compattavano il team. Ora ognuno pensa solo a se stesso… È triste”, ha ammesso Vettel, come riportato da Motorsport.com. “Alla fine condividiamo una passione comune, anche se è normale che alcuni dei ragazzi non ci siano simpatici. E’ come una classe di scuola, ci sono alcuni ragazzi simpatici e alcuni meno, ma non significa che non si può uscire insieme”.

Il tedesco della Ferrari ha parlato anche del suo compagno di squadra Kimi Raikkonen, il cui futuro resta ancora incerto e che secondo molte voci potrebbe andare via per fare posto a Valtteri Bottas, anche se nulla è ufficiale al momento. Ma è pur vero che la Williams non cederà il suo pupillo tanto facilmente, quindi Iceman ha ancora buone probabilità di restare al volante della Rossa di Maranello.

“So che il mio ruolo principale è aiutare la squadra – ha detto Sebastian Vettel come riportato da Crash.net -. E penso che sia la cosa più importante per Kimi e per me in questo momento. Ovviamente voglio battere lui, lui vuole battere me, questo è normale concorrenza, ma la cosa che apprezzo molto di Kimi è la sua lealtà! Lo siamo entrambi, lavoriamo nella stessa direzione, cercando di aiutare la squadra. Ovviamente so che non spetta a me scegliere il pilota, ma penso sia molto importante mantenere alto il morale nel team, avere una buona atmosfera per continuare a lavorare uniti in una sola direzione, solo così possiamo diventare di nuovo forti – ha concluso Seb – ed essere di nuovo in cima, che è il nostro sogno più grande”.