MotoGP Aprilia, Stefan Bradl: “Soddisfatto, a Brno faremo un passo avanti”

Stefan Bradl
Stefan Bradl (Getty Images)

L’Aprilia anche nel Gran Premio di Indianapolis ha messo in mostra tutte le proprie difficoltà nell’essere competitiva almeno per la zona punti e non a caso ha concluso la gara con il 18° posto di Alvaro Bautista ed il 20° di Stefan Bradl. Va detto che lo spagnolo è stato anche sfortunato dato che a metà gara la possibilità di conquistare qualche punto iridato sembrava esserci, ma poi l’eccessivo degrado delle gomme ha reso impossibile l’impresa. Segnali buoni dunque da parte sua, meno dalla moto. Anche per il compagno c’è stato qualche problema, legato soprattutto al fisico e nello specifico ai problemi ad un polso recentemente operato. Pure nel suo caso comunque gli pneumatici hanno finito per fare la differenza influenzando buona parte del risultato finale, dopo che si era trovato perfino 13° dopo la partenza.

 

Le dichiarazioni di Stefan Bradl e Alvaro Bautista

Per il tedesco si trattava della prima gara corsa con la casa di Noale e tutto sommato nel week-end ha lanciato segnali incoraggianti mostrando di essere al livello del compagno, a differenza di un Marco Melandri che invece veniva continuamente bastonato e girava ad almeno 1 secondo da lui. Ha sostituito da poco l’italiano e sembra che la scelta sia stata quella giusta. Queste le parole di Stefan Bradl al termine del GP degli Stati Uniti: “Dopo aver passato tre giorni in pista mi aspettavo di avere problemi al polso destro – si legge sul sito ufficiale dell’Aprilia -. Già la mattina nel Warm Up avevo avvertito dolore e dopo metà gara in molti punti del tracciato non riuscivo a controllare la moto come avrei voluto”. Come già accennato, i problemi fisici lo hanno condizionato in maniera importante, ma ha comunque avuto buone impressioni da questa corsa: “Abbiamo comunque dato il massimo e questo mio primo weekend sulla RS-GP lo considero positivo; ho imparato molto sulla moto e assieme al team abbiamo effettuato molti interventi nel poco tempo a disposizione, compiendo un buon lavoro. Non ero abituato a percorrere l’intera distanza di gara su questa moto e se andiamo ad aggiungervi il mio infortunio, è evidente che non ho potuto essere veloce come avrei voluto. Per il momento comunque siamo soddisfatti e ora guardiamo a Brno dove cercheremo di fare un passo in avanti”.

L’ex pilota del team Forward si ritiene dunque contento del primo assaggio che ha avuto con l’Aprilia e guarda con ottimismo al futuro. Soprattutto il team dovrà lavorare molto per migliorare la moto dove è carente, in sella ha due buoni riders. Alvaro Bautista è rammaricato per non essere riuscito a prendere nemmeno un punto, ma sembra comunque soddisfatto e cerca di guardare avanti sperando di poter fare meglio: “E’ stata una gara veramente dura, si sono confermate le difficoltà riscontrate nelle prove. In partenza ho faticato perché alla prima curva perché mi sono trovato in mezzo a molti piloti, non riuscendo a guadagnare posizioni. Da lì in poi ho cercato di prendere il mio ritmo, ero in zona punti a lottare per la quindicesima posizione ma facevo fatica a stare con gli altri. Questa pista ci ha messo in difficoltà, specialmente quando il calo delle gomme si è fatto sentire. Siamo comunque arrivati al traguardo raccogliendo altri dati fondamentali per il 2016”