Ferrari 458 Italia e Fabio Barone conquistano il “Guinnes World Record” sulla Transfagarasan

photo Facebook
photo Facebook

Ne avevamo già parlato al tempo dei preparativi, ma adesso è diventato un “Guinnes World Record”, l’impresa di Fabio Barone, presidente del “Ferrari club Rossa“, nata come una scommessa e conclusasi con un record del mondo, che ha affrontato le insidiose e bellissime curve della Transfagarasan, la strada della Transilvania che si articola intorno al castello del Conte Vlad (Dracula), fino a raggiungere i 2000 metri di altezza.

L’impresa si è svolta su un tratto chiuso di strada della lunghezza di 13 km, dove Barone a bordo della sua Ferrari 458 Italia ha percorso il tracciato con un tempo di soli 9 minuti, 13 secondi e 442 millesimi, che si è rivelato migliore delle aspettative, si perché oltre al miglior tempo in assoluto, e anche il crono più veloce per la categoria supercar, con una velocità media di 83 km/h.

La Transfagarasan è stata considerata dai conduttori di “Top Gear” la strada più bella del mondo, perché oltre a costeggiare il castello del Conte Dracula, si snoda nella zona dei Carpazi tra ripidi dislivelli, con curve a gomito che si affacciano sullo strapiombo e tratti di strada esposta a raffiche di vento anche molto forti, dove un piccolo errore di traiettoria può comportare gravi danni… e finora la velocità media di tale tratto era stata di 45 km/h.

photo Facebook
photo Facebook

Un risultato oltre le aspettative ha commentato il pilota all’arrivo, contornato da centinaia di appassionati, che si sono gustati la Ferrari 458 Italia con livrea dedicata, con tanto di pipistrelli che escono dal motore. Mimmo Leone è stato il preparatore tecnico della vettura, intervenendo su elettronica e assetto, regalando alla 458 ben 630 cavalli e facendo ampio uso di carbonio, il che ha permesso una riduzione del peso di circa 100 kg, grazie all’allestimento sportivo di “Capristo”.

Il Guinnes verrà immortalato su un cortometraggio-documentario, dal momento dei preparativi a Roma all’allestimento della Ferrari, fino ai sopralluoghi in Carpazia, concludendo con l’arrivo al traguardo. Questo è già il secondo documentario per Fabio Barone, girato lo scorso anno al Nurburgring, sempre al volante di una Ferrari 458 Italia che ha girato in meno di 8 secondi, un tempo notevole per un semplice appassionato.