MotoGP, Valentino Rossi: “Brno e Silverstone saranno gare cruciali”

Valentino Rossi e Dani Pedrosa
Valentino Rossi davanti a Dani Pedrosa (getty images)

In un week-end iniziato tutto in salita chiudere al terzo posto è un successo. Nel GP di Indy Valentino Rossi ha limitato i danni su un tracciato ‘nemico’, favorevole alle Honda e allo stile di guida di Jorge Lorenzo. Il pesarese conquista il suo decimo podio consecutivo e mantiene la leadership in classifica con un vantaggio di 9 punti sul compagno di squadra.

Ed ora non sono ammesse distrazioni perchè tra cinque giorni la MotoGP tornerà in scena a Brno, in Repubblica Ceca, un’altra tappa fondamentale per il titolo iridato che si preannuncia sempre più avvincente e incerto.

La tappa negli States si è rivelata l’ennesima sfida tra Honda e Yamaha, tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo da un lato, tra il campione di Tavullia e Dani Pedrosa dall’altro. Il campione in carica ha portato a casa il terzo successo stagionale, il maiorchino della Yamaha ha dimostrato di poter ambire al titolo iridato per cui lotterà fino all’ultimo, Rossi ha evidenziato di essere un pilota della domenica, un autentico campione da gara, con un punto debole da migliorare quanto prima: le qualifiche.

 

Un terzo posto che vale oro, in attesa di Brno…

“Per molti giri Jorge era davanti a Marc e io ero dietro a Dani, così avrei perso più punti, ma già il quarto posto non era poi così male!”, ha dichiarato il Dottore al termine del GP di Indianapolis, come riportato da Crash.net. Ma mi sentivo bene. Abbiamo migliorato l’impostazione di questa mattina e sapevo che potevo avere un buon ritmo. Ho visto che Dani ha cercato di andare con Marc e Jorge ma aveva alcuni punti del tracciato dove non era abbastanza forte… Ho dato il massimo e l’ho preso, ma dopo è stato difficile, anche fisicamente, avevo consumato molto le gomme… Ho provato a scappare due o tre volte, ma Dani è sempre tornato”.

Ma nelle fasi finali Valentino Rossi ha dato il colpo di reni vincente piazzandosi al terzo posto, senza però poter competere con i due avversari davanti: “E’ stata una dura battaglia. Mi piace. E’ arrivato un altro podio. Questo è così importante, perché è stato un fine settimana difficile in cui Jorge e Marc sono stati sempre più forti di me. Perdere appena nove punti su Marquez e quattro punti su Lorenzo non è poi così male”.

Nel prossimo week-end a Brno sarà fondamentale cercare subito il set-up ideale e tentare di partire quantomeno dalla seconda fila per poter tenere a bada Lorenzo e Marquez: “Speriamo di soffrire meno, soprattutto nelle qualifiche. Perché se sono in grado di conquistare la seconda fila tutto è più facile. Quindi dobbiamo lavorare perché questo è il mio punto debole”. E conclude: “Brno e Silverstone saranno cruciali perché sia Lorenzo che Marc lì sono molto veloci – ha sottolineato Valentino Rossi -, devo cercare di batterli dove io sono più veloce di loro”.