Pista di Nardò, Porsche promette nuovi progetti e investimenti

Pista di Nardò
foto dal web

La Pista di Nardò (Lecce) ha da poco compiuto 40 anni e riceverà molto presto un rimodernamento. Dal 2012 la struttura di Nardò è gestita dalla Porsche engineering group e adesso ha in programma tanti progetti e svariate novità.

La Pista di Nardò è unica nel suo genere, con i suoi 700 ettari su cui si estende una pista circolare che arriva ad una lunghezza di 12,6 km. La nota positiva è che è permette una guida praticamente rettilinea e consente, dunque, test prolungati anche alla massima velocità.

L’amministratore delegato del Nardò technical center, Francesco Nobile, all’evento del 40° anniversario, ha fatto sapere alla stampa i progetti e gli interventi che verranno effettuati all’interno e all’esterno della struttura, per renderla ancora di più all’avanguardia.

Da quanto riportato dall’Ansa, i progetti che la Porsche ha per il centro prove di Nardò, spaziano da svariati ampliamenti del centro prove, nuove strutture e attrezzature, oltre alla riasfaltatura di una parte dell’anello del circuito che, a detta di Nobile, comporterà un investimento ‘double digit’ in milioni di Euro. Si sta sviluppando il progetto di un’area destinata ai test dei veicoli a guida autonoma, una e-city in cui riprodurre tutte le condizioni che si possono verificare nelle aree urbane, ecc.

Continua anche la ristrutturazione delle officine indipendenti, che permettono ai clienti di lavorare in piena autonomia e nell’assoluta riservatezza, e questo perché il circuito si presta, oltre che ai collaudatori dei brand del Gruppo Volkswagen, anche a case automobilistiche, a costruttori di moto e pneumatici, per testare i propri prodotti con la giusta privacy: un business in espansione che amplia la qualità dell’impianto e della sicurezza.

Porsche mira a creare opportunità lavorative sopratutto per le generazioni future, collaborando con università italiane e ricercando costantemente ingegneri meccanici e meccatronici che abbiano come bagaglio anche le lingue Inglese e tedesco. Inoltre collabora con la Regione Puglia per programmi di internship per studenti con età compresa tra 15 e 18 anni.