MotoGP Indy, venerdì nero per Valentino Rossi: “Moto pigra, set-up sbagliato”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

La ripresa del Mondiale inizia in salita per Valentino Rossi che ha chiuso il venerdì di prove libere in decima posizione, a sei decimi dal compagno di squadra Jorge Lorenzo, più lento anche della Yamaha satellite di Espargaro e Bradl. Di certo non è un problema di forma, bensì di set-up errato, forse troppo simile a quello utilizzato nelle ultime gare in Olanda e Germania, che ha dato vita al peggiore venerdì di questa stagione (e della sua carriera).

Il dettaglio che preoccupa è che sia Jorge Lorenzo che Marc Marquez sono apparsi subito velocissimi e potrebbero ulteriormente ridurre i tempi. E a quanto pare saranno loro a contendersi il primo e secondo gradino del podio a Indianapolis. un tracciato che già alla vigilia si era preannunciato ostico per il pesarese. Ma il segreto sarà quello di limitare i danni in ottica campionato, cercando di piazzarsi alle loro spalle e gestire al meglio il vantaggio di 13 punti dal maiorchino della Movistar Yamaha. Ducati permettendo, visto che sia Dovizioso che Iannone sembrano trovarsi a proprio agio…

 

Un venerdì da dimenticare…

“E ‘stato un venerdì difficile, perché non sono stato abbastanza veloce, già a partire dalla mattina”, ha detto Valentino Rossi dopo le FP2. “Abbiamo aspettato il pomeriggio, perché di solito la prima sessione su questa pista presenta la pista molto sporca, per cui pensavamo che la situazione potesse migliorare. Ma in realtà questo pomeriggio sono andato anche peggio. Ero piuttosto lento. Alla fine ho provato il nuovo pneumatico, ma non ho il giusto equilibrio e le giuste regolazioni”.

Il Dottore analizza i problemi alla ricerca di una soluzione repentina che richiede quasi un miracolo… “Ho sofferto molto, soprattutto in frenata. Non ho un feeling con l’anteriore per fermare la moto e ho perso un sacco di tempo. Non abbiamo il giusto bilanciamento, faccio una gran fatica nei cambi di direzione, sono sempre in ritardo nell’impostazione della piega successiva… La moto si sente pesante, pigra…”.

Quindi lo staff di Valentino Rossi avrà un bel lavoro da fare, perchè a Indy è in gioco una porzione del Mondiale: “Abbiamo bisogno di controllare i dati e migliorare, perché già domani mattina sarà una sessione importante. Dobbiamo stare davanti per le qualifiche del pomeriggio, ma soprattutto cercare di fare un passo avanti, perché sono abbastanza lento… In questa pista, probabilmente, ci vuole qualcosa di diverso, mentre il nostro assetto era troppo simile a quello dei precedenti GP”.