Matrix OLED, Audi presenta i fari del futuro al Salone di Francoforte

Audi Matrix OLED (fonte caranddriver.com)
Audi Matrix OLED (fonte caranddriver.com)

Verranno presentati da Audi, al Salone di Francoforte 2015, i nuovi e innovativi sistemi di illuminazione Matrix OLED, che non servono a migliorare l’illuminazione dell’auto, ma al contrario servono per essere visti in tutte le condizioni. Pertanto questa tecnologia verrà utilizzata per le luci posteriori delle future Audi.

Quelli che verranno presentati a Francoforte saranno prototipi, ma sembrerebbe che i nuovi sistemi di illuminazione Matrix OLED siano già pronti per essere montati sui modelli in produzione. Questa innovazione nel campo dell’illuminazione è frutto di una ricerca spasmodica delle case costruttrici, in particolar modo dei designers, e ha come obiettivo quello di originare un’illuminazione completamente omogenea creando una sorgente di luce piatta, e non a matrice di punti come accade nei fari a LED tradizionali. Di fatto “OLED” è l’acronimo di “Organic Light Emitting Diode”, ovvero LED Organico. Inoltre non ha bisogno di elementi riflettenti per funzionare al meglio e non genera ombre.

Matrix OLED hanno incorporati al loro interno svariati fogli sottili di materiali organici semi-conduttori, collegati a due elettrodi, uno dei quali è trasparente. Funzionano con una tensione continua bassissima (tra 3 e 4 Volt), che attiva i singoli strati di materiali organici spessi meno di un millesimo di millimetro, generando luce su tutta la superficie, e cambiando la composizione molecolare della sorgente luminosa si può decidere il colore riprodotto.

Come già accennato, gli OLED sono sorgenti luminose piatte e la luce che ne scaturisce ha livelli di omogeneità che prima d’ora era impossibile raggiungere. In più si ha la possibilità di variarne in continuazione l’intensità, rendendo i Matrix OLED molto efficienti, visibili da ogni angolazione e leggeri, perché privi di componenti ottici che ne aumentano la massa.

Matrix OLED gettano le basi tecnologiche per un ampliamento di tale sistema, essendo ora usati per i fari di posizione, e il passo successivo riguarderà la realizzazione di luci di direzione e stop. Facile immaginare l’impatto sul design delle future auto, con ampie porzioni di carrozzeria luminose che seguono le linee e le sinuosità delle forme. Questo sarà possibile grazie allo spessore sottile delle lastre OLED.