Marco Melandri: “Lavoro per vincere il mondiale SBK”

Marco Melandri
Marco Melandri (getty images)

Da oltre un mese Marco Melandri è un pilota “a piedi” come si suol dire, in cerca della scelta migliore per il 2016, dopo aver deciso di rinunciare al progetto Aprilia nella MotoGP. Lo sviluppo della moto di Noale richiederà molto tempo e pazienza, difficile essere quasi sempre ultimo per un pilota abituato a lottare per le posizioni di vertice.

Al Sachsenring è stato sostituito da Michael Laverty, da Indianapolis e fino alla fine del Mondiale sarà il tedesco Stefan Bradl a prendere il suo posto in sella alla RS-GP, dopo il divorzio con il team Forward Racing. In questi giorni Marco Melandri è stato in visita a Expo dove è stato assalito di giornalisti desiderosi di conoscere il suo futuro, ma per il momento ancora nulla da annunciare.

“Il periodo di pausa mi ha fatto bene e adesso lavoro per tornare in sella nel 2016 per iniziare un anno diverso: sono pronto a ripartire e a portare a casa il mondiale Superbike”, ha dichiarato l’ex campione della classe 125, come riportato dal ‘Corriere dello Sport’. “Vediamo se Jorge Lorenzo e Valentino Rossi si contenderanno il campionato, oppure se la Ducati riuscirà a mettersi tra le giapponesi. È un bel campionato e i nomi che se lo giocano da qualche anno sono gli stessi”.

Il ravennate ha anche pensato di fare una capatina all’autodromo “Franciacorta International Circuit” di Castrezzato, dove si è divertito al volante di una Lotus. In un’intervista rilasciata a Bresciaoggi ha confessato: “La velocità è la mia vita. Venire a provare emozioni diverse lontano dalla solita routine e libero da pressioni del lavoro è come per un bambino entrare in un negozio di giocattoli e poter provare qualsiasi cosa. Prendo con filosofia la lunga pausa che mi sono preso dalle gare in Moto Gp ricaricando le batterie divertendomi”.