MotoGP, Jorge Lorenzo: “Rossi è il favorito, non posso sbagliare”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Anche Jorge Lorenzo, come il suo compagno e avversario della corsa al titolo Valentino Rossi, è intervenuto quest’oggi nella consueta conferenza stampa di presentazione del Gran Premio degli Stati Uniti che si disputa nel week-end sullo storico circuito di Indianapolis. Lo spagnolo vuole recuperare lo svantaggio sul nove volte campione del mondo nella classifica iridata, i due sono distanti 13 punti e qui ha la chance per ridurre il passivo. Sarà una grande lotta quella che si vedrà sul tracciato americano. Già dalle prove libere e dalla qualifica tutti ci terranno a mostrare gli artigli facendo capire di voler mettere la propria moto davanti a quella del rivale.

 

Le dichiarazioni di Jorge Lorenzo

Il maiorchino della Yamaha è molto fiducioso in vista di questo GP anche se non è del tutto contento a causa degli pneumatici montati da qualche gara a questa parte che non lo hanno soddisfatto e che verranno nuovamente utilizzati in questo week-end statunitense: “La moto quest’anno sta funzionando meglio, ha un’ottima dinamica e arriviamo qui con motivazioni e grande carica – si legge su Gazzetta.it -. Da Assen non è stato facile per me: in Olanda non mi sentivo a mio agio come nelle precedenti quattro gare perché c’erano delle gomme diverse. Questa dovrebbe essere l’ultima gara con questo tipo di pneumatico, ma c’è anche un asfalto differente e dovremmo avare meno problemi”

La Honda a Indianapolis ha vinto le ultime 5 gare di fila, ma Jorge Lorenzo le considera le favorite per la vittoria pur  rispettando il loro ruolo di avversario: “L’Honda qui ha un gran record, ma Rossi è davanti, ha 13 punti di vantaggio e il favorito è lui: è su di lui che dobbiamo concentrarci, è lui l’uomo da battere, anche se Marquez sta recuperando bene e non lo abbiamo mai escluso dalla lotta iridata. Ci sono molte gare, molti punti in palio e non possiamo fare degli errori: è anche lui della partita. La nostra moto va bene ed è equilibrata, il livello è altissimo e devi essere perfetto per battere Rossi e Marquez: è importante non sbagliare la scelta della gomma, ma è una variabile per tutti”.