MotoGP, Andrea Iannone: “Indy pista interessante”. Andrea Dovizioso: “Basta risultati negativi”

Andrea Dovizioso e Andrea Iannone
Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (getty images)

Il Gran Premio di Indianapolis non sarà solo una delle gare decisive per aggiudicarsi il titolo mondiale, ma sarà l’ennesimo banco di prova per il team Ducati che, dopo un ottimo avvio di stagione, ha intrapreso una serie di risultati negativi, per quanto riguarda Andrea Dovizioso, e risultati da sufficienza piena per Andrea Iannone.

Il pilota abruzzese dovrà difendere il terzo posto in classifica (a quota 118) dagli attacchi di Marc Marquez, quarto a 114 punti. Un’impresa non certo facile visto l’andamento del pilota spagnolo della Honda nelle ultime gare.

“Quella di Indianapolis è una pista interessante, dove l’anno scorso sono andato abbastanza bene – ha dichiarato Andrea Iannone nella tradizionale conferenza stampa del pre-gara -. Purtroppo però in gara abbiamo avuto qualche problema di troppo, ma la nostra prestazione in generale non era male. Quest’anno credo di poter fare una buona gara con la GP15: io sono sempre positivo e quest’anno ho molti motivi in più per esserlo, anche perché sono terzo in campionato. Spero quindi che riusciremo ad essere subito veloci – ha concluso il pilota di Vasto – e di poter essere più vicino ai nostri avversari rispetto alle ultime gare”.

 

Il Dovi alla ricerca della riscossa…

A dover dare una svolta alla stagione è Andrea Dovizioso che, dopo aver conquistato 83 punti nelle prime cinque gare, ha raccolto appena 4 punti nelle successive quattro. “Indianapolis sarà un weekend importante: si tratta di un circuito che a nostro parere dovrebbe essere più favorevole alla nostra GP15 e sarà utile per vedere quanto siamo veloci a questo punto della stagione”, ha detto il pilota forlivese.

“I test di Misano sono stati molto importanti per noi perché siamo stati in grado di lavorare in totale relax, senza la pressione di un weekend di gara, e fare un sacco di back-to-back test – ha aggiunto il Dovi -. Spero di mettere fine alla mia serie negativa delle ultime gare con una buona prestazione a Indy e di ottenere un buon risultato su una pista dove l’anno scorso siamo andati abbastanza bene”.