MotoGP, Marc Marquez: “A Indianapolis per mettere pressione a Valentino”

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

Tra Marc Marquez e Valentino Rossi ci sono ben 65 punti di distanza da colmare nella classifica iridata, con nove gare da qui al termine del Mondiale MotoGP 2015. Potrebbe sembrare un abisso, ma non lo è quando si parla del 22enne pilota spagnolo della Repsol Honda, vincitore di due titoli iridati, campione già al debutto nella massima serie.

Nel 2014 è passato alla storia vincendo le prime dieci gare consecutivamente, ma quest’anno si vede costretto ad inseguire, dopo tre cadute che hanno pregiudicato il campionato forse in maniera irreversibile.

 

Il pilota Honda sogna la ‘remuntada’

Marc Marquez ha patito troppo qualche errore dei tecnici della Honda, a cominciare dal nuovo telaio con cui non si è mai trovato in sintonia. E’ bastato tornare al telaio della RC213V 2014 e ristabilire qualche aggiornamento per tornare al top, come dimostrano le ultime due gare in Olanda e Germania. Poco importa se quest’anno non riuscirà a mettere le mani sul Mondiale, del resto ha appena 22 anni e una lunga carriera davanti a sè, tra l’altro iniziata in maniera gloriosa.

“Della prima parte della stagione non posso certo essere contento perché abbiamo fatto diversi errori nonostante mi sia allenato molto – ha detto il fenomeno di Cervera in un’intervista al sito ufficiale Red Bull – ma ora sono contento delle ultime due gare, Assen e Sachsenring. Siamo tornati al telaio 2014 aggiungendo delle nuove parti. Ora la moto sembra funzionare molto meglio. Il leader del Mondiale è molto lontano ma abbiamo ancora metà delle gare a disposizione – ha aggiunto il pilota Honda -. Proveremo a mantenere alta la pressione e spingere ancora di più a cominciare da Indianapolis, un buon circuito per me”.

Con 65 punti di distacco dalla leadership di Valentino Rossi non resta che puntare sulle singole vittorie e vedere cosa accade in pista nei prossimi 9 Gran Premi: “La fine del campionato è molto lontana e potrebbe diventare un’ossessione, quindi non voglio pensarci. Penso solo a divertirmi gara dopo gara provando a dare il massimo per vincere e vedremo alla fine della stagione… Ovviamente preferiresti essere sempre davanti in tutte le categorie – ha proseguito Marc Marquez con una buona dose di saggezza – ma nella carriera di un pilota ci sono alti e bassi ed è difficile vincere ogni anno”.