Era stato abbandonato, ora il cane Bruno viaggia in Mercedes

(foto by leggo.it)
(foto by leggo.it)

Interessante la storia di un cane di nome Bruno, passato dall’essere abbandonato all’inizio dell’estate a Bari all’essere adottato da un nuovo padrone facoltoso a Venezia. Il quotidiano Leggo rivela che l’esemplare di Jack Russel Terrier di circa 5 anni era stato vittima di abbandono dopo essere stato legato ad un palo, ma per fortuna alcuni volontari animalisti di un’associazione pugliese che lotta contro questi tipi di trattamenti ai danni degli animali lo hanno salvato. Hanno anche lanciato una campagna per ritrovare il suo padrone tappezzando la città di manifesti con l’immagine del cagnolino. Ma la ricerca non ha avuto successo.

Successivamente è stato fondamentale il ruolo svolto dall’associazione di Aurelia Annoscia, signora benestante che segue molte organizzazioni di volontariato e a questa causa ha dato sia un sostegno economico che di conoscenze. Tramite Facebook ha lanciato un appello in favore di Bruno ed ha avuto un contatto con l’amico Paolo De Grandis, curatore di mostre e molto conosciuto nell’ambiente culturale veneziano, che si è commosso sentendo la storia e ha accettato di prenderlo con sé. Così lo ha portato nella sua casa al Lido, dove già vivono due gatte siamesi. Aurelia Annoscia per far arrivare il cagnolino in Veneto ha deciso di non badare a spese ed ha organizzato il trasporto su una Mercedes, con aria condizionata e ogni tipo di comfort. Un viaggio da star per Bruno, che può così cominciare una nuova vita dopo essere stato abbandonato dal suo vecchio padrone.

Questa è una bella storia e speriamo che anche altri amici a quattro zampe che sono stati abbandonati abbiano la stessa fortuna di Bruno nel trovare subito qualcuno pronto a prendersene cura. In Italia purtroppo sono molti i casi che si verificano ogni anno, soprattutto all’inizio dell’estate, e che hanno come protagonisti in negativo tutti quei padroni che abbandonano i loro animali per andare in vacanza. Speriamo che tale fenomeno diminuisca progressivamente in futuro.