Subaru partecipa alla realizzazione del nuovo Boeing 777X

photo Boeing.com
photo Boeing.com

L’azienda proprietaria del marchio Subaru, Fuji Heavy Industries Group, e altre quattro società giapponesi del settore aerospaziale, insieme con il Japan Aircraft Development Corporation (JADC), ha firmato un accordo con la Boeing per la partecipazione alla realizzazione di nuovi velivoli 777X, la cui produzione comincerà nel 2017 e li vedremo nei cieli entro il 2020.

Successore del 777, il Boeing 777X sarà il jet bimotore più grande del mondo e comprenderà i modelli 777-8X e 777-9X equipaggiati con nuovi motori realizzati dalla GE Aviation. Il Boeing 777-8X avrà un costo di 336 milioni di euro, avrà una lunghezza di 69,8 metri e potrà trasportare 350 passeggeri. Il 9X, invece, sarà ordinabile ad una cifra di 362 milioni di euro, sarà lungo 76,7 metri e potrà ospitare fino a 400 persone, con un’autonomia di 15.185 km.

Il gruppo proprietario del brand Subaru parteciperà al programma con altre quattro aziende aerospaziali nipponiche che fanno parte del consorzio Japan Aircraft Development Corporation (JADC): Mitsubishi Heavy Industries, Kawasaki Heavy Industries, ShinMaywa Industries, e NIPPI Corporation. FHI avrà il compito di realizzare la parte centrale dell’aereo dove è compreso anche lo spazio per i carrelli di atterraggio e i portelloni di chiusura. Le nuove tecnologie saranno in futuro adoperate per la costruzioni di vetture Subaru.