F1 Sauber, Marcus Ericsson: “Deluso dagli ultimi GP”. Felipe Nasr: “Fiducioso sul futuro”

Felipe Nasr e Marcus Ericsson (Getty Images)
Felipe Nasr e Marcus Ericsson (Getty Images)

Dopo la disastrosa stagione 2014, la Sauber ha fatto sicuramente dei passi in avanti in questo 2015. Nelle prime 10 gare del campionato ha ottenuto 21 punti e si trova al 5° posto della classifica costruttori, davanti ad una McLaren Honda comunque in recupero.

Felipe Nasr è riuscito a fare meglio del suo compagno Marcus Ericsson, ottenendo un 5° posto in Australia, un 8° posto in Cina ed un 9° posto a Monaco rispetto all’8° piazzamento a Melbourne e al 10° a Shanghai dello svedese. Non a caso il suo nome era finito nel mirino della Williams per sostituire Valtteri Bottas, ma la scuderia di Peter Sauber ha già confermato entrambi i piloti per il 2016.

 

Le risposte di Marcus Ericsson e Felipe Nasr

I due piloti della Sauber sono stati interpellati dal sito ufficiale della Formula1, formula1.com, tracciare un bilancio della prima metà di stagione e dare un giudizio sulla loro performance. Sostanzialmente i loro pensieri sono allineanti.

Marcus Ericcson si è  espresso positivamente evidenziando però di avere qualche rammarico per alcuni risultati che avrebbe potuto concretizzare e che invece gli sono sfuggiti: “Penso sia stata una stagione decente finora, soprattutto tenendo presenti le prestazioni della squadra nel 2014. Abbiamo avuto un buon inizio con entrambe le monoposto finite a punti, ma nelle ultime gare siamo un po’ delusi per aver perso lo slancio. Nel complesso abbiamo fatto un buon lavoro, ma vogliamo più punti. Per quanto mi riguarda credo di aver imparato molto. Venire in un team così esperto è stato un grande passo per me. Sono soddisfatto delle mie prestazioni, ma ci sono state delle occasioni mancate di cui mi dispiaccio. Ma ho imparato da questi momenti. C’è sempre spazio per migliorare e voglio spingere per diventare migliore”.

Felipe Nasr si esprime sulla falsa riga del compagno, anche se ha sicuramente meno rimpianti.: “All’inizio della stagione abbiamo raggiunto gran parte degli obiettivi, abbiamo massimizzato le nostre opportunità. Abbiamo fatto punti importanti. Il 5° posto in Australia è stato impressionante e speciale per me e per la squadra. Adesso attraversiamo un momento difficile. Avremo i nuovi aggiornamenti a Spa e a Singapore, dobbiamo essere pazienti. Siamo a metà stagione e stiamo andando nella giusta direzione. Io come pilota sto imparando qualcosa di nuovo in ogni fine settimane. E’ il mio primo anno come pilota di Formula1, con alti e bassi. Ma come squadra stiamo facendo qualcosa di buono”.

Per quanto riguarda le aspettative per la seconda metà del campionato, Marcus Ericsson è fiducioso: “Non vedo l’ora di correre con la macchina aggiornata, anche se non sapremo come sarà. L’obiettivo è tornare in zona punti. In campionato siamo scesi come posizione e non sarà facile risalire. Tuttavia sono fiducioso che gli aggiornamenti ci garantiranno una posizione migliore”.

Anche Felipe Nasr dimostra di essere impaziente di rimettersi al volante: “Non vedo l’ora che inizi la seconda metà di stagione. Ciò che ci hanno detto sugli aggiornamenti per Spa e Singapore è incoraggiante. Il nostro obiettivo è tornare a lottare per i punti. Dobbiamo aspettare e vedere come va. Stiamo lavorando sodo per tirare fuori il massimo dai nostri aggiornamenti”.