F1 Ferrari, Sebastian Vettel: “Sono realista, c’è un sacco di gap da recuperare”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel è reduce dalla seconda vittoria stagionale nella sua prima annata alla guida della Ferrari. In 10 gran premi il tedesco il tedesco è salito per 2 volte sul gradino più alto del podio, 1 volta è giusto secondo e 4 terzo. Un bilancio positivo se consideriamo che nel 2014 la rossa di Maranello ha vissuto un campionato disastroso. I numeri del quattro volte campione del mondo sono incoraggianti, soprattutto considerando che risultano essere migliori di quelli ottenuti da Michael Schumacher e da Fernando Alonso al loro esordio in rosso. Ovviamente ciò non basta. La Mercedes è ancora la monoposto da battere e servirà ancora tanto lavoro per ridurre in maniera netta il gap esistente ad oggi.

 

Sebastian Vettel soddisfatto, ma realista

Il pilota della Ferrari si trova terzo nella classifica mondiale e ogni discorso relativo al titolo viene rinviato al 2016, anche se la matematica ora non lo condanna ancora. Ma 42 punti di distanza da Lewis Hamilton sono molti, servirebbe un miracolo per rimettersi in corsa. Sebastian Vettel non si fa illusioni: “Dobbiamo essere realisti, c’è ancora un sacco di lavoro da fare e un sacco di ritardo da recuperare – si legge su Autosport -. Poi non si sa mai, sono sicuro che faremo di tutto per  cercare di rendere possibile l’impossibile. Il modo migliore per farlo è di mantenere la calma dando del nostro meglio, poi vedremo dove andremo”.

L’ex fenomeno della Red Bull ha già definito ‘fenomenale’ la prima parte di stagione 2015 al volante della Ferrari e ribadisce la sua soddisfazione per i risultati ottenuti finora: “Se si guarda a dove eravamo l’anno scorso in termini di prestazione della vettura e di morale della squadra, ogni cosa è migliorata. All’interno del team siamo contenti di ciò che è stato realizzato in ogni area e se si guarda alla monoposto anche Kimi Raikkonen è più felice rispetto al 2014. Rispetto a tutte le squadre la Ferrari è quella che ha fatto il passo in avanti più grande”.

Un Sebastian Vettel molto contento del lavoro svolto sia come singolo che come team. Il tedesco si è calato alla perfezione nella realtà di Maranello e sembra essere il pilota giusto per tornare ai fasti del passato. Il sogno suo e dei tifosi è quello di poter riaprire un ciclo vincente come quello che rese leggendario Michael Schumacher.