Max Biaggi
Max Biaggi (getty images)

Per la seconda volta in questa stagione l’Aprilia scenderà in pista con un ‘attacco a tre punte’ formato dalla coppia fissa Leon Haslam e Jordi Torres, con la partecipazione straordinaria di Max Biaggi, che tornerà in sella alla RSV4 dopo l’ottima esperienza da wild card a Misano, dove ha chiuso con due sesti posti. La scorsa settimana il Corsaro ha effettuato quattro giorni di test sul circuito di Sepang, ma la pioggia ha intralciato il lavoro per tre giorni.

Alla vigilia della gara in Malesia Romano Albesiano, direttore di Aprilia Racing, è entusiasta per la prova dei suoi due piloti e per la partecipazione dell’ex campione romano: “Arriviamo a Sepang dopo il round di Laguna Seca che ha portato indicazioni contrastanti: un fine settimana difficile per Leon e una buona prestazione per Jordi. Per Aprilia Sepang è un circuito tradizionalmente amichevole. Il nostro obiettivo è fare bene con entrambi i nostri piloti ufficiali. Sembrano essere pronti e motivati – ha assicurato Albesiano -. Non dimentichiamo che in Malesia avremo anche tre moto sulla griglia di partenza per la seconda volta quest’anno. In realtà, Haslam e Torres avranno Max Biaggi in sella al loro fianco dopo il suo magnifico fine settimana a Misano”.

“I buoni risultati che abbiamo visto a Misano non devono farci dimenticare che Max è stato fuori delle corse per quasi tre anni e alcuni meccanismi devono essere recuperati – ha proseguito il boss Aprilia Racing -, soprattutto su una pista dove si è in sella alla RSV4 RF per la prima volta. I test qui non hanno fatto molto bene, data la pioggia, quindi sarà importante continuare a lavorare durante il weekend di gara”.

Nonostante sia un veterano Max Biaggi non nasconde una certa emozione: “Dopo aver vissuto un sogno a Misano, dove ho riscoperto il calore dei miei tifosi e l’adrenalina della gara, nella seconda wild card di Sepang mi aspetta un weekend impegnativo. Durante i test ho scoperto le difficoltà di una pista complessa, con condizioni climatiche al limite, e aver perso del tempo prezioso non ci aiuta – ha spiegato il Corsaro in una nota ufficiale -. Dovremo rimanere concentrati al massimo per sfruttare ogni sessione di prova, i ragazzi del mio team saranno sottoposti ad una grande pressione ed io stesso dovrò tirare fuori il meglio. Crescere rispetto ai risultati di Misano non sara’ una passeggiata, ma non è la prima volta che mi trovo ad affrontare una sfida impossibile. Spero di divertirmi – ha concluso Biaggi – e di regalare spettacolo al pubblico della Superbike”.