Motomondiale, Andrea Migno: “Valentino Rossi è un grande esempio”

Andrea Migno
Andrea Migno (getty images)

Nella prima parte di stagione Andrea Migno ha conquistato 16 punti nel Mondiale di Moto3, che gli valgono il 19esimo posto in classifica. Il pilota 19enne dello Sky Racing Team VR46 ha preso il posto di Francesco Bagnaia in questa sua prima vera e intera stagione nella classe inferiore del Motomondiale, dopo qualche comparsa nel 2013 e le ultime sette gare nel 2014 con la Mahindra.

Nel 2015 il lato positivo è che Andrea Migno non ha mai fatto registrare un ritiro, la classifica non ha molta importanza in questo campionato di ‘collaudo’ generale, ma c’è ancora una seconda parte di stagione dove poter migliorare il feeling con la sua Ktm. “In realtà non m’interessa la classifica. Piuttosto guardo ai singoli gran premi. E’ da lì che spero arrivi qualche soddisfazione”, ha detto il giovane rider di Cattolica in un’intervista a Sport Sky.

In vista del Gran Premio di Misano in programma il 13 settembre Andrea Migno freme per poter fare bene davanti al pubblico di casa. Un appuntamento che sentirà particolarmente ‘suo’, forse ancor più del Mugello: “Quando dico che è il gran premio di casa è davvero così per me, e non solo perché siamo in Italia. E’ vicino a dove sono nato, lì ci saranno tutti i miei amici. Un po’ come andare al bar e incontrarli”.

Il pilota romagnolo è felice di questa sua nuova avventura con lo Sky Racing Team VR46 e può ritenersi un privilegiato nell’avere al proprio fianco un maestro come Valentino Rossi, con cui si allena a ritmi elevati: “E’ innanzitutto un grande esempio, ma credo sia scontato dirlo. Correre con il suo team e con Sky è un privilegio. Lui, poi, è come un fratello. Con tutti i problemi ed i momenti indimenticabili che si possono condividere con un fratello… Una grande palestra con una grande organizzazione – ha aggiunto Andrea Migno -. Il posto migliore dove potevo capitare”.