MotoGP: Stefan Bradl dice addio al Forward Racing

Stefan Bradl (Getty Images)
Stefan Bradl (Getty Images)

 

Stefan Bradl scioglie il contratto che lo lega al team Forward Racing fino al termine della stagione in corso. E’ questo l’ultimo capitolo della “saga” legata alla squadra di Giovanni Cuzari, e secondo Speedweek sarebbe stato scritto giusto ieri sera.

 

Verso il matrimonio con Aprilia

Al centro della vicenda c’è l’arresto del boss del travagliato team ialo-svizzero, accusato di corruzione e riciclaggio, che ha messo in fuga tutti gli sponsor e reso inevitabile la rinuncia alla trasferta di Indianapolis.

A motivare la scelta del pilota tedesco, che dopo aver saltato la gara del Sachsenring a causa di un infortunio sarebbe dovuto rientrare negli Stati Uniti, è stato il timore di rimanere a piedi per il resto della stagione, nonostante il Forward Racing lunedì abbia annunciato che spera di tornare in pista a Brno, magari riuscendo nel frattempo a convincere qualche sponsor a confermare la fiducia.

La scelta, ad ogni modo, è irrevocabile, e nell’ambiente già prendono quota le voci di un imminente ingaggio di Stefan Bradl nel team Aprilia, che proprio di recente ha rescisso il contratto che lo legava a Marco Melandri, facendo salire sulla RS-GP il collaudatore Michael Laverty. Si attende una conferma ufficiale nelle prossime ore. Dopo aver informato della decisione Dorna e Irta, Bradl può ora iniziare a negoziare privatamente non solo il 2016, ma anche la seconda metà del campionato con altre squadre.

Intanto il tedesco ha fatto sapere che per il prossimo weekend avrà superato l’infortunio allo scafoide e che non vede l’ora di tornare a correre nella classe regina. Chi ha orecchie per intendere intenda…