F1, GP Monza salvo al 90%: decisiva l’approvazione di un emendamento

GP Monza
GP Monza (Getty Images)

Il Gran Premio di Monza non dovrebbe essere a rischio per i prossimi campionati di Formula1. L’attuale contratto con Bernie Ecclestone, l’organizzatore del grande Circus delle quattro ruote, scade nel 2016 e negli ultimi mesi sembravano essere residue le speranza di vedere ancora il Mondiale approdare sulla storica e veloce pista brianzola. Il motivo? Di natura economica, ovviamente. Non c’erano i soldi (circa 20 milioni la richiesta) per garantire la permanenza del GP Monza nel calendario della F1.

Adesso lo scenario sembra essere decisamente cambiato visto che in Senato è stato approvato un emendamento sul decreto enti locali per defiscalizzare l’ingresso di Regione Lombardia nel comparto Autodromo-Parco di Monza. Il Pirellone potrà così investire circa 10 milioni di euro sul circuito, denaro che altrimenti sarebbe finito al Fisco. Un provvedimento che dunque scongiura la cancellazione della corsa monzese, ma che per divenire legge a tutti gli effetti ha bisogno dell’approvazione della Camera dei Deputati. La votazione è prevista per i primi giorni di agosto. Non dovrebbero esserci intoppi.

Intanto Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia, ai microfoni di RadioMontecarlo come ospite della trasmissione Morning show ha spiegato la situazione confermando le indiscrezioni: “Al 90% il GP Monza è salvo. abbiamo lavorato per risolvere il problema e la buona notizia è che ieri, finalmente, dopo mesi, il Senato ha approvato una norma, su cui abbiamo lavorato, che consente alla Regione Lombardia di entrare nel parco di Monza senza pagare 10 milioni di tasse e questi soldi li mettiamo per salvare il GP e per rinnovare l’accordo con Ecclestone che scade nel 2016″.

Inoltre il governatore lombardo ha spiegato che per salvare il Gran premio di Monza era stata anche avviata una sottoscrizione di firme e che è stata superata quota 20mila: “Il 6 settembre le porterò a Ecclestone con un camion e gliele scaricheremo davanti al suo paddock”.