F1 GP Ungheria, Sebastian Vettel: “È stata una giornata perfetta”

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

 

Sebastian Vettel ha disegnata sul volto la gioia di un bambino dopo la seconda vittoria con la Ferrari ottenuta ieri nel Gp di Ungheria, la 41° della sua carriera: “È stata una giornata perfetta”, ripete il pilota tedesco, quasi come volesse convincersi che il sogno che sta vivendo è reale.

Nella classifica di tutti i tempi, Vettel ha raggiunto Ayrton Senna al terzo posto in termini di successi, dietro a Michael Schumacher e Alain Prost. Ma è tutto il team di Maranello ad avere di che festeggiare, dato che in Ungheria ha conseguito la seconda vittoria stagionale, l’obiettivo minimo che si era posto il team principal Maurizio Arrivabene. I fattori chiave di questo successo sono stati la guida perfetta del tedesco e la capacità di reazione della squadra dopo il difficile venerdì.

Le nuove carte in tavola

Parlando con i giornalisti dopo i fsteggiamenti sul podio, Sebastian Vettel ha voluto ribadire che la sua vittoria è tutta dedicata a Jules Bianchi, il pilota francese morto nove mesi dopo l’incidente nel GP del Giappone: “È stata una giornata incredibile e questa vittoria è per Jules – ha dichiarato il fuoriclasse della Ferrari , come riporta tra gli altri Speedweek – . È stata una settimana incredibilmente dura e credo che per tutti noi sia stato molto difficile. Tutte le persone alla Ferrari sapevano che prima o poi sarebbe entrato a far parte del nostro team e della nostra famiglia”.

Vettel ha poi spostato l’attenzione sull’analisi della garao che lo ha visto protagonisa con una partenza stellare e una condotta di gara da vero campione qual è: “Dal nostro punto di vista la Safety car non è stata la cosa più opportuna, ma ha reso la gara molto interessante alla fine – ha affermato – . Abbiamo fatto una grandissima partenza ed era cruciale trovare subito la prima posizione, la macchina era difficile ma bellissima da guidare. È stata una grande gara con un ottimo passo da parte nostra, quindi devo ringraziare tantissimo la squadra per il recupero che ha fatto dopo venerdì”, ha aggiunto riferendosi ai problemi riscontrati nel giorno delle libere.

Insomma, meglio di così non si poteva sperare. “Oggi [ieir, ndr] tutto è andato alla perfezione, malgrado la Safety car sono riuscito lo stesso a vincere e questa è una vittoria anche per il team “.

Come già accennato, ora la Rossa si trova in una situazione molto più comoda, perché tutti i risultati che arriveranno nella seconda parte di campionato saranno un qualcosa in più rispetto al previsto. Nella classifica generale, intanto, Vettel si nconsolida la terzo posto in classifica generale con 160 punti, dietro solo a Nico Rosberg (181) e Lewis Hamilton (202). Come dire: il “poker” a questo punto è tutt’altro che irraggiungibile…