F1 Ferrari, Kimi Raikkonen: “Accade sempre qualcosa che mi rovina la gara”

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (getty images)

In una giornata storica e indimenticabile per la Ferrari nel GP d’Ungheria 2015, Kimi Raikkonen rappresenta l’unica nota dolente della giornata. Autore di una partenza perfetta ha mantenuto la seconda posizione per oltre metà gara, ma ancora una volta gli è mancato la fortuna, dato che ha dovuto fronteggiare un calo del motore a una dozzina di giri dal traguardo.

Doppia sfortuna per il pilota finlandese, poichè il problema è arrivato subito dopo l’ingresso della safety-car che non gli ha consentito di gestire al meglio il vantaggio di circa mezzo minuto dagli inseguitori.

 

Il futuro di Iceman resta ancora incerto

Ma se fino a qualche giorno fa il finlandese sembrava sulla via del licenziamento, l’ottima prova all’Hungaroring potrebbe valergli la riconferma per il 2016 o, quantomeno, un rinvio di decisione al termine dell’estate. Ma la Scuderia Ferrari lascerà i tifosi sulle spine per oltre un mese? Staremo a vedere…

“Peccato per quello che è successo oggi in gara, ma quando non si ha fortuna non c’è nulla da fare, comunque abbiamo dato il massimo – ha ammesso Kimi Raikkonen sul sito Ferrari.com -. Entrambi abbiamo fatto una bella partenza, probabilmente la migliore dall’inizio della stagione, eravamo veloci e siamo stati in grado di rimanere davanti. Oggi siamo stati sempre veloci e mi aspettavo di poter spingere fino alla fine, ma a un certo punto ho sentito qualcosa di strano nella macchina, il rumore cambiava e ha iniziato ad andare sempre peggio. Abbiamo cercato di risolvere il problema, ma non è stato possibile e così ho deciso di ritirarmi”.

In un week-end fantastico una doppia vittoria sarebbe stata la giusta cornice, ma contro la sfortuna c’è ben poco da fare: “Senza il mio problema avremmo potuto ottenere facilmente una doppietta, ma le cose sembrano andare sempre nel peggior modo possibile… In generale nella prima parte della stagione siamo stati veloci ma un po’ sfortunati – ha sottolineato Iceman -. E’ sempre accaduto qualcosa che ha rovinato la mia gara. Ora ciò che più conta è sbarazzarsi di tutti i problemi, continuare a spingere e sperare che la fortuna torni dalla nostra parte, per ottenere quello che meritiamo”.

Adesso è giunto il momento di andare in vacanza… Ma quando i colleghi di Speedweek gli chiedono se si sente al sicuro per il 2016 dopo la prestazione ungherese Kimi Raikkonen risponde: “Le cose si possono vedere in ultima analisi, sempre da diverse prospettive: si possono guardare i risultati, e non sono ovviamente buoni. O si guarda la velocità e abbiamo dimostrato che tutto sembra diverso. Ma la gente vede solo quello che vuole vedere. Penso di avere il ritmo, ma ho avuto la sfortuna di incappare in problemi ed errori. Naturalmente quest’anno ci sono state un sacco di cose buone”.