8 Ore Suzuka, Honda ammette l’errore: “Il gas è rimasto aperto di 26°”

foto Facebook
foto Facebook

Dopo le due vittorie consecutive nel 2013 e nel 2014 la Honda lascia lo scettro della 8 Ore di Suzuka nelle mani dell’avversaria Yamaha. Il tanto atteso ritorno in pista di Casey Stoner si è concluso in breve tempo con la caduta rovinosa probabilmente dovuta ad un guasto tecnico sulla CBR1000RRW.

Come confermato dalla casa nipponica il gas della moto numero 634 è rimasto aperto di 26°, abbastanza per causare l’incidente del pilota australiano che aveva subito ammesso la possibilità di un guasto. Poi i dati della telemetria hanno confermato ogni dubbio.

I vertici HRC non hanno potuto e voluto nascondere l’errore anticipato da un tweet di Stoner pochi minuti dopo la caduta, riportando alcune fratture serie ma non gravi. “Sfortunatamente abbiamo avuto un problema meccanico mentre stavo entrando nella curva che porta al tornante – ha spiegato Casey Stoner in una nota ufficiale -. In quella curva non ho avuto tempo per tirare la frizione, così l’ho affrontata in modo diverso perché sono entrato troppo veloce, così ho alzato la moto per ridurre la velocità, ma mi stavo dirigendo contro il muretto, così ho deciso di lasciarla andare ed ho colpito le protezioni che, sfortunatamente erano più dure di quel che sembravano. Voglio dire grazie ai miei compagni di squadra Michael van der Mark e Takumi Takahashi, – ha concluso il campione australiano – hanno fatto un lavoro fantastico in queste settimane e in questo fine settimana in particolare”.

Casey Stoner ha incoraggiato tutta la squadra durante questa settimana alla 8 Ore di Suzuka – ha dichiarato il team manager Shigeki Honda – in particolare durante la Superpole. Ha dimostrato una guida aggressiva che gli ha permesso di risalire al 1° posto all’inizio della gara, ma purtroppo è caduto. Come risultato, abbiamo perso l’opportunità di tre vittorie consecutive, ma questa è la 8 ore di Suzuka dove tutto può succedere. Esprimo il mio apprezzamento a tutti i nostri fan e auguro a Casey una pronta guarigione. Ci rivedremo l’anno prossimo”.