F1, Sebastian Vettel: “Vittoria dedicata a Jules”. Kimi Raikkonen: “Potevamo fare doppietta”

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

Budapest si tinge di rosso. Sebastian Vettel ha vinto il GP Ungheria 2015, secondo successo per lui da quanto guida la rossa. Dopo il trionfo di Sepang arriva anche quello nel circuito ungherese. Grande partenza per il tedesco che si porta subito davanti alle Mercedes assieme a Kimi Raikkonen. Le due monoposto italiane sembravano avviate verso una doppietta tutto sommato agevole, poi con l’intervento della safety-car e i problemi di motore che hanno portato il finlandese al ritiro si è reso tutto più difficile. Ma la situazione creatasi ha poi reso la vittoria ancora più bella.

 

Le parole di Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene

Al termine della cerimonia svoltasi sul podio Sebastian Vettel era visibilmente felice e nel commentare il suo successo non ha mancato di fare una dedica speciale: “Giornata incredibile, vittoria dedicata a Jules Bianchi. E’ stata una settimana dura, molto difficile. Questo successi è dedicato a lui, che ha anche fatto parte della famiglia Ferrari. Safety-car? Non ne avevamo bisogno (ride, ndr), ma ha reso la gara più interessante. Quando è rientrata sono partito subito bene, era importante prendere immediatamente del vantaggio. La macchina è stata fantastica, ringrazio il team per il recupero fatto da venerdì a oggi. Quindi dedico la vittoria anche la squadra. E’ bello vincere qui, vedo tanti sostenitori miei e della Ferrari”.

Maurizio Arrivabene, team prinicipal della Ferrari, è stato interpellato dai microfoni di Rai Sport e nell’esprimere la sua soddisfazione ha lanciato alcune frecciatine: “Siamo a due vittorie in dieci gare, i conti fateli voi. Dedico la vittoria a chi i conti non li sa fare. Peccato per Kimi, potevamo fare doppietta. Ma il giorno in cui potremo scegliere noi le nostre gomme sarà troppo tardi. Comunque abbiamo mostrato di avere carattere e umiltà. Abbiamo intrapreso la strada giusta e stiamo facendo bene”.

Infine anche Kimi Raikkonen è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti nel paddock per commentare brevemente il suo ritiro, causato da un problema al motore elettrico che gli ha fatto perdere moltissima potenza rendendogli impossibile proseguire la gara in tali condizioni visto che cominciavano via via a superarlo tutti: “Meritavo un risultato migliore, ma quello che è successo fa parte del gioco. Non potevo fare di più. E’ un peccato per noi della Ferrari, sarebbe stato bello fare doppietta. Adesso speriamo di avere più fortuna nella seconda metà del campionato raggiungendo i risultati che ci meritiamo”.