Ferrari Pinin, vendesi esemplare unico al mondo a 4 porte

Immaginare una Ferrari in versione berlina sembra quasi un sacrilegio, eppure la prima “fantastica” idea è venuta ad un’azienda d’eccezione come la Pininfarina nel 1980, quando ancora le berline non erano state inventate. La concept car si chiama Ferrari Pinin (in omaggio al suo fondatore, Battista Giuseppe Farina, detto Pinin), risale al 1980 e fu realizzata per celebrare il 50° anniversario della carrozzeria piemontese Pininfarina. Venne anche presentata al Salone dell’Automobile di Torino e mostrata a Enzo Ferrari, che rimase stupefatto del progetto, pur decidendo di non metterla in produzione.

Il design della berlina Ferrari porta la firma di Diego Ottina, invece il progetto venne diretto da Leonardo Fioravanti (che coordinò anche la produzione della Ferrari 365 Daytona). Il cambio è stato importato dalla Ferrari 400 GT, mentre le sospensioni e l’impianto frenante venne realizzato su misura.

La Pinin è quindi un modello unico al mondo di Ferrari a 4 porte ed è in vendita sul sito Hemmings alla cifra di 795 mila dollari (727 mila euro circa). La one-off monta un motore V12 da 5,0 litri capace di erogare 365 CV e fu presto ceduta al collezionista belga Jacques Swaters, padrone della scuderia Garage Francorchamp e grande amico di Enzo Ferrari: fu il primo ad aprire un concessionario dedicato al marchio del Cavallino nel Benelux.

Nel 2008 la Ferrari Pinin fu venduta in un’asta della RM Auctions, poi pare sia tornata all’asta. Adesso questo pezzo di storia è in vendita, ma per portarlo a casa servono un bel po’ di soldoni.

 

View post on imgur.com