MotoGP, Andrea Dovizioso: “La vittoria di Valentino Rossi ad Assen è speciale”

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso in Qatar
Valentino Rossi e Andrea Dovizioso (getty images)

Il ritorno al vertice di Marc Marquez preoccupa un po’ tutti, non solo le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, ma anche e soprattutto le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, che speravano forse di confermarsi come seconda forza del campionato 2015 della MotoGP.

Il campione spagnolo della Repsol Honda prima ad Assen e poi al Sachsenring ha dimostrato di aver ritrovato il giusto feeling con la sua RC213V, dopo un inizio di stagione traballante contrassegnato da tre cadute che forse mai potranno essere recuperate.

Ma quando si parla di Marc Marquez nulla è impossibile e il forlivese Andrea Dovizioso lo sa bene… “Lui guida molto aggressivo – ha detto il Dovi in un’intervista rilasciata a Speedweek.com -. Sicuramente è uno dei piloti più aggressivi. A volte è necessario adattare il tuo stile di guida quando si lotta contro Marquez. Tutti sono preoccupati, ma sembra come se non avesse tutto sotto controllo. Egli fa spesso errori e quest’anno è caduto anche in gara… Prende queste cadute in modo consapevole per trovare il limite – ha sottolineato il pilota della Ducati ufficiale -. Sì, lui guida in modo aggressivo, ma è normale che gli avversari si lamentano,

Nel GP d’Olanda Valentino Rossi è riuscito ad avere la meglio nel corpo a corpo con Marc Marquez, scrivendo una pagina di storia della MotoGP che sarà ricordata forse in eterno. E secondo Andrea Dovizioso in quel caso la Direzione Gara ha preso la decisione più giusta.

“Quello che è successo ad Assen è molto speciale. Se si guardano le regole Valentino aveva ragione. Penso che la direzione gara ha preso la decisione giusta. Ma queste regole su questa pista non sono corrette. Valentino ha vinto, andava bene, ma ora si dovrebbero ristabilire le regole su questo tracciato – ha specificato il Dovi -. Se Márquez è stato troppo aggressivo verso Valentino deve essere punito. Ma se si decide che Márquez non è stato troppo aggressivo, allora Valentino non poteva accorciare. Quindi – ha concluso Dovizioso – penso che le regole devono essere riconsiderate solo su questo percorso”.