Massimo Ferrero, ritrovata la sua Porsche grazie al dispositivo LoJack

Massimo Ferrero
Massimo Ferrero (Getty Images)

Massimo Ferrero può esultare. Questa volta non per un successo raggiunto con la Sampdoria, con cui è riuscito ad ottenere l’accesso all’Europa League 2015/2015, ma per il ritrovamento della sua automobile. L’altro ieri la sua Porsche Macan S era stata rubata a Sabaudia, sul litorale laziale, però in meno di 24 ore la Polizia è stata in grado di ritrovarla e di restituirla al suo legittimo proprietario. Nella notte tra lunedì e martedì, il veicolo è stato localizzato in un garage di un villino di Aprilia, al confine tra la provincia di Roma e quella di Latina. Il proprietario dell’abitazione è stato denunciato per ricettazione.

Il ritrovamento della Porsche di Massimo Ferrero è stato possibile grazie ad un dispositivo antifurto ad alta tecnologia, noto come LoJack, realizzato da una società specializzata nel rilevamento e recupero di mezzi rubati. Esso è in grado di trasmettere la posizione del veicolo attraverso la tecnologia della radiofrequenza. E’ stato abbastanza semplice per la Polizia Stradale ritrovare l’automobile, rubata dalla villa del patron della Sampdoria nella notte precedente.

Questo è stato il commento del produttore cinematografico e imprenditore ai microfoni dei giornalisti dopo la brillante operazione compiuta dalle autorità: “Spesso vengono dipinti come il male del secolo, ma gli uomini della Stradale rischiano la vita per noi ogni giorno. Se posso essere presuntuoso me lo aspettavo, perché sono sempre stato, i fatti parlano, un uomo della legge, e ho sempre ammirato la polizia A volte capitano anche a me episodi, magari qualche signore in divisa che dopo che ha fatto 10 ore è nervoso, ma noi andiamo a prendere solo quel particolare negativo e dimentichiamo tutto il lavoro che fanno per difendere il cittadino”.

Massimo Ferrero potrà dunque tornare a sfrecciare con la sua Porsche Macan S grazie all’eccellente lavoro della Polizia Stradale, aiutata in maniera decisiva dal dispositivo LoJack. Oggigiorno rubare le macchine è diventato più semplice visto che con le chiavi elettroniche si può accedervi in pochi secondi, mentre una volta i ladri dovevano scassinare le portiere. Ma esistono dei sistemi tecnologici per poterle comunque localizzare.