MotoGP, Dani Pedrosa: “Non possiamo permetterci di stare fermi”

Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)

 

Dopo un difficile inizio di stagione a dir poco sfortunato, con lo “stop” forzato subito dopo la prima gara per via del problema all’avambraccio destro, Dani Pedrosa è tornato sul podio al Sachsenring assieme al compagno di squadra Marc Marquez.

Terminati (con profitto) i test di Misano post-Sachsenring, dove erano presenti anche i team Ducati e Suzuki, il pilota di Sabadell si gode in questi giorni il meritato riposo prima di partire alla volta di Indianapolis, dove è in programma il decimo round della stagione: un appuntamento che segnerà le sorti del suo Campionato 2015.

 

Il bilancio di metà estate

Nel suo consueto post sul blog personale ospitato dal Box Repsol, però, Dani Pedrosa ha rivolto innanzitutto un pensiero alla tragedia che ha colpito i connazionali Dani Rivas e Bernat Martinez, morti in un incidente a Laguna Seca, e a Jules Bianchi, che si è spento sabato scorso dopo nove mesi di coma.

“La prima cosa che voglio fare nel post di questa settimana è porgere le mie condoglianze alle famiglie di Dani Rivas e Bernat Martinez – scrive Pedrosa – . Ieri ho appreso la notizia ed è una giornata molto triste per la famiglia del motociclismo. Voglio ricordare anche Jules Bianchi, un esempio per tutti”.

Pedrosa ha speso poi qualche parola sulle vacanze e sui recenti test di Misano: “Ora abbiamo qualche giorno di vacanza, poco più di una settimana. La verità è che in realtà non faremo tante feste, perché potrò riposarmi solo un paio di giorni. L’idea è quella di sfruttare i primi due giorni per rilassarmi, per poi dedicarmi agli allenamenti. Non manca molto alla partenza per Indianapolis, per cui non possiamo permetterci di stare fermi”.

“La pausa quest’anno è più corta del passato – aggiunge – e siamo andati anche a provare a Misano: è stata l’occasione per migliorare in vista della seconda metà della stagione. Il test è andato bene e abbiamo provato anche il prototipo della moto 2016. Il circuito ora è molto più confortevole, non ci sono più le buche, visto che è stato completamente riasfaltato…”.

Infine Pedrosa si rivolge a tutti i suoi lettori: “A chi di voi è in vacanza, auguro di godervela il più possibile. E a chi non lo è dico: pazienza, bisogna saper aspettare le cose belle che verranno. Ne vale sempre la pena!”. Parola di sportivo.