MotoGP, Anton Mang: “Il campione del mondo sarà Marc Marquez”

Marc Marquez inseguito da Valentino Rossi
Marc Marquez inseguito da Valentino Rossi (getty images)

Anton Mang si è ritirato dal mondo delle corse nel 1983, dopo aver conquistato cinque titoli mondiali, tre nella classe 250 e due nella 350, rivelandosi il motociclista tedesco di maggior successo con 42 Gran Premi vinti per un totale di 84 podi. L’ultimo titolo lo ha vinto nel 1987 all’età di 38 anni e oggi, che di anni ne ha 65, non ha certo smesso di seguire da vicino le sorti della MotoGP.

Intervistato dai colleghi di Speedweek.com l’ex campione tedesco ha commentato la stagione 2015 caratterizzata dalla lotta a tre fra Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo, ritenendo favorito il pilota spagnolo della Honda che, dopo il GP di Assen, sembra tornato agli ‘antichi’ splendori, grazie al vecchio telaio della RC213V che gli ha ridato fiducia dopo un inizio di stagione difficoltoso.

 

Il pronostico di Toni Mang

“Rossi è molto tattico come Márquez. Ad Assen era palpabile, come Rossi sapeva che Marquez avrebbe provato qualcosa. Rossi prima è rimasto dietro a lungo, poi ha passato Márquez. Quando Rossi era di nuovo in testa, ha guidato due giri folli. Ma Márquez era riuscito a recuperare questo ritardo. Rossi ha l’esperienza per fare ciò che abbiamo visto ad Assen”, ha detto Anton Mang.

“Rossi è stato fantastico… Dopo alcuni giri ha superato Márquez ed è partito come se fosse stato punto da una vespa. Márquez non aveva previsto che Rossi avesse ancora tali riserve”, ha aggiunto il cinque volte iridato che giudica il fenomeno di Cervera ancora in corsa per il Mondiale 2015: “Márquez può ancora farcela. E’ difficile per lui… L’unico aspetto negativo di Márquez è che Rossi ha molto vantaggio su di lui…Ma direi che al cento per cento il campione del mondo è Márquez”.

Un pronostico che sembra ‘coraggioso’ e azzardato, dal momento che le Yamaha hanno azzerato il gap dalle Honda rispetto alla scorsa stagione e Valentino Rossi ha più volte vinto la bagarre con Marc Marquez… A meno che il vecchio telaio non faccia davvero miracoli. E Jorge Lorenzo? Secondo Anton Mang è un gradino più in basso rispetto a Rossi e Marquez: “Lorenzo è grande, ma ha notato ad Assen che non può competere con quei due. Se ottiene un tale chiusura come ad Assen e Sassonia si piega in fretta”.