MotoGP, Andrea Dovizioso: “Ducati in difficoltà? Nessun motivo di preoccupazione”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (getty images)

Tempo di relax per Andrea Dovizioso, il 29enne pilota della Ducati ufficiale che ha chiuso la prima parte del Mondiale MotoGP 2015 al 5° posto a quota 87. Un punteggio che rispecchia in parte il grande avvio di stagione del rider forlivese, con quattro podi nelle prime cinque gare, ma che mette in risalto le difficoltà riscontrate nelle ultime quattro gare, con tre ritiri e un 12° piazzamento ad Assen.

Prima della sosta estiva il team di Borgo Panigale si è soffermato per tre giorni di test privati sul circuito di Misano Adriatico, subito dopo il GP del Sachsenring, dove i piloti ufficiali (e il collaudatore Michele Pirro) hanno potuto analizzare e comparare differenti soluzioni e cercare di capire se gli ultimi risultati negativi siano da attribuire soltanto ad un problema di feeling con i vari tracciati. Anche se è ormai evidente che Honda e Yamaha hanno fatto passi avanti più grandi e repentini nel corso del Mondiale consentendo loro di dare vita ad un campionato quasi a parte.

E’ pur vero che il suo compagno di team Andrea Iannone è riuscito ad essere più costante, nonostante le difficoltà riscontrate dalla GP15 ed ora è terzo in classifica con un vantaggio di +31 sul pilota forlivese. “Mi aspettavo che Andrea (Iannone, ndr) fosse forte”, ha confessato Andrea Dovizioso in un’intervista ai colleghi di Speedweek.com.

Ma i problemi della Ducati Desmosedici GP15 non devono destare preoccupazione e sono riconducibili al fatto che la moto sia ancora ‘giovane’ e in fieri: “I problemi che abbiamo avuto con la moto sono abbastanza normali e non c’è nessun motivo di preoccupazione. E’ stato molto spiacevole che questi incidenti si siano verificati solo in gara – ha sottolineato il Dovi -. Queste difficoltà nelle ultime gare ha solo causato una grande differenza nella classifica generale”. Ma davanti a sè ci sono ancora nove gare per dimostrare di poter puntare in alto.