Bentley S3 Continental Flying Spur: all’asta la prima auto del bassista dei Rolling Stones

Bentley S3 Continental Flying Spur 1965 (fonte caranddriver.com)
Bentley S3 Continental Flying Spur 1965 (fonte caranddriver.com)

Il prossimo 12 settembre ci sarà un evento speciale per molti appassionati di automobili e di Rock ‘n Roll, perché sarà messa all’asta, da Bonhams durante il Goodwood Revival, la lussuosa e rarissima Bentley S3 Continental Flying Spur di Keith Richards, bassista dei Rolling Stones.

L’auto in questione è del 1965 e fa parte dell’edizione limitata di 87 esemplari della Bentley S3 Continental Flying Spur, costruiti con particolari specifiche e carrozzato da “Mulliner”, comprata a soli 22 anni dal leggendario bassista, che ha trasportato sia Richards che la band dei Rolling Stones negli studi di registrazione ed ai concerti in giro per il mondo, con tutte le loro manie e vizi.

Vizi che hanno portato Richards a far installare un vano segreto, proprio per nascondere e trasportare sostanze proibite durante gli spostamenti della band, sostanze che gli sono costate molti arresti in patria e motivo del viaggio a Marrakesh (Marrocco) nel 1967, per passare del tempo in un paese più tollerante per tali sostanze stupefacenti

La Bentley S3 Continental Flying Spur di Richards venne ribattezzata dalla band britannica con il nomignolo “Blue Lena” in onore della leggendaria jazzista Lena Horne, ed è rimasta di proprietà del bassista dei Rolling Stones fino al 1978, dopo di che è stata posseduta solo da altre tre persone.

Dati la particolare storia ed eventi annessi a questa Bentley S3 Continental Flying Spur Bonhams prospetta offerte da 560 mila fino a 850 mila euro.

Bentley S3 Continental Flying Spur 1965 (fonte caranddriver.com)
Bentley S3 Continental Flying Spur 1965 (fonte caranddriver.com)