MotoGP, Andrea Iannone: “Ducati, voglio tornare sul podio”

Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Iannone (Getty Images)

Andrea Iannone in questo 2015 è protagonista di un ottimo campionato di MotoGP considerando che si tratta della sua prima volta da pilota ufficiale nella categoria e che per ora la Ducati non è al livello di Yamaha e Honda. L’abruzzese nella classifica mondiale è terzo con 118 punti, distante 61 dal leader Valentino Rossi ma avanti di 2 rispetto al campione del mondo in carica Marc Marquez e di ben 31 rispetto al compagno Andrea Dovizioso. Ha ottenuto due podi in questa stagione, un 3° posto nella prima gara a Losail (Qatar) e un 2° posto al Mugello in Italia.

Nelle ultime gare la Ducati è sembrata meno competitiva di Yamaha e Honda, ma il pilota è comunque riuscito ad ottenere due quarti posti e un quinto negli ultimi 3 gran premi. L’obiettivo rimane sempre quello di riuscire a vincere o almeno di salire sul podio, ma pensando a dove stava la rossa l’anno scorso di questi tempi non ci si può lamentare ed è d’obbligo guardare con ottimismo al futuro.

Andrea Iannone ha rilasciato alcune dichiarazioni riprese da Speedweek in merito alla situazione attuale: “Non credo che la Ducati non sia più competitiva, si è visto soprattutto a Barcellona e ad Assen che erano state sempre piste molto difficili per la moto. L’apertura di stagione era stata molto buona e quindi capisco che le aspettative fossero molto alte. Le mie prestazioni e quelle della moto sono buone, io voglio tornare a lottare per il podio”.

In settimana si è svolto un test a Misano, ma purtroppo l’abruzzese ha avuto dei problemi alla spalla ha dovuto concludere in anticipo l’ultima sessione, ma era rimasto impressionato positivamente a livello di passo. Il lavoro svolto da lui e dalla Ducati è stato soddisfacente e sono state raccolte informazioni preziose per il futuro. Tra quattro gare si correrà proprio sul circuito intitolato a Marco Simoncelli.