Motocross, ufficiale: Ryan Villopoto dice addio al mondo delle corse

foto Facebook
foto Facebook

Intorno al campione americano Ryan Villopoto si era creata grande curiosità nella MXGP, soprattutto dopo la ‘benedizione’ di Casey Stoner che lo aveva descritto come un rider di grande e indiscusso talento. Il 27enne fuoriclasse americano aveva pensato al ritiro già l’anno scorso, ma aveva pensato di ritrovare nuovi stimoli e slancio nel Motocross europeo.

Dopo pochi mesi il pilota della Kawasaki ha annunciato il ritiro definitivo dal Motorsport, complice anche un infortunio rimediato qualche settimana fa in Trentino, dove ha riportato serie lesioni alla schiena e al coccige. “Mi trovo ancora in una condizione di notevole disagio, e mi rendo conto che anche se cominciassi il mio programma di allenamento non sarei in grado di trovare la competitività per correre ai massimi livelli prima della fine stagione”, ha spiegato Villopoto in una nota ufficiale.

“Sono grato per aver avuto l’opportunità di fare qualcosa che ho amato sin da quando ero ragazzino e farne il mio sostentamento. Sono grato per il sostegno della mia famiglia per tutti gli anni trascorsi a trasportare le mie moto in giro per le gare. Sono grato per il sostegno dei miei tanti sponsor nel corso degli anni, in primo luogo la Kawasaki, che è stata la mia moto e squadra preferita – ha sottolineato il campione statunitense -. Sono stati con me attraverso alti e bassi, gravi lesioni e grandi successi. Kawasaki è un marchio che è sinonimo della mia carriera agonistica. Sono grato di aver avuto la possibilità di correre con i migliori nel mondo, i miei concorrenti in Supercross e Motocross nonché sulla MXGP. Sono grato di sapere che la nostra competitività ha contribuito a continuare la crescita di questo sport”, ha concluso Ryan Villopoto.