MotoGP, Marc Marquez: “Nessuno mai ha fatto una manovra come Valentino Rossi”

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

Le polemiche del dopo Assen sembrano messe da parte alla vigilia del GP di Germania, sebbene sia facile immaginare un tacito desiderio di rivincita da parte di Marc Marquez, beffato all’ultima curva della gara olandese da Valentino Rossi, che ha trionfato tagliando la chicane dopo un contatto. Un episodio che ha fatto tanto discutere e che ha messo un po’ di pepe in più sul Mondiale 2015 della MotoGP, di per sè già molto ‘gustoso’.

L’iridato della Honda si è detto soddisfatto per essere tornato sul podio dopo le cadute del Mugello e del Montmelò. Poco importa non aver centrato la vittoria ad Assen dal momento che dal vertice di classifica c’è una distanza di ben 74 punti: “Per il campionato cinque punti in più o in meno non importa. Non cambierà la mia vita”, ha dichiarato in conferenza stampa, come riportato da Crash.net.

Ma il campione di Cervera ha intenzione di cambiare ritmo nella seconda parte del campionato: “Ora il mio obiettivo è cercare di vincere le gare, perché sappiamo che il campionato è difficile, ma se si vincono le gare allora si può guadagnare qualche punto – ha sottolineato Marquez -. Il mio obiettivo è soltanto questo”.

D’altronde la Honda RC213V sembra aver risolto molti dei problemi riscontrati nella prima parte della stagione, forse merito del vecchio telaio, che ha ridato fiducia al campione in carica. A ciò si aggiunga che da cinque anni a questa parte ha sempre vinto sul circuito del Sachsenring in ogni categoria. La prossima settimana il team Repsol Honda terrà un importante test a Misano dove proverà componenti per il 2016 e alcuni aggiornamenti da utilizzare già quest’anno, quindi la strada sembra in discesa…

E sul contatto con Valentino Rossi nell’ultimo GP Marc Marquez preferisce riderci su… “Ci sono state molte battaglie all’ultimo giro, ma nessuno aveva fatto manovre del genere. Valentino ci ha mostrato la via, ora sappiamo che si può fare. Non siamo stati troppo a parlarne, ma ci ha insegnato una cosa nuova. Ora puoi saltare una chicane quando ti toccano. Lo farò anche’io, se mi capiterà”.