F1, Sebastian Vettel: “Non del tutto soddisfatto”. Kimi Raikkonen: “Ho un po’ faticato”.

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Le Ferrari hanno mostrato un buon stato di forma nella prima giornata di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna confermandosi sostanzialmente come seconda forza dietro alla Mercedes. Nel secondo turno Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sono riusciti a mettersi dietro Lewis Hamilton, ma è presumibile che domani si rivedranno ancora le frecce d’argento davanti a tutti e le rosse che dovranno almeno ottenere la terza e quarta piazza in qualifica evitando qualsiasi tipo di errore che possa poi compromettere un buon risultato in gara.

Sebastian Vettel mantiene un atteggiamento positivo, pur non non mostrandosi del tutto contento della sua situazione: “Oggi credo sia andata bene – riporta Gazzetta.it -. Non abbiamo avuto problemi con la macchina e siamo riusciti a fare quello che c’eravamo prefissati. Io però non sono del tutto soddisfatto. Possiamo migliorare: vediamo se domani riusciremo a fare un passo in avanti. Le Mercedes sono davanti ma se anche sabato saremo vicini sarà una buona notizia in vista del GP”. Il tedesco è molto ambizioso e inizia probabilmente ad essere un po’ frustrato dal fatto di non riuscire ad essere allo stesso livello dei rivali, ma dà comunque il massimo.

Anche Kimi Raikkonen sostanzialmente si è espresso sulla falsa riga del suo compagno di squadra: “Oggi abbiamo cercato di fare il massimo in prova e sembra che sia andata bene, ma è solo venerdì. Non è stata una giornata facile, comunque abbiamo imparato qualcosa. Dobbiamo migliorare ancora e cercare di semplificarci la vita. Non abbiamo idea di cosa stessero facendo le altre vetture nelle prove sulla distanza, eravamo concentrati sulla nostra sessione. La mescola media sembra andare abbastanza bene, mentre con quella più dura ho avuto qualche difficoltà. Per qualche motivo ho faticato un po’, ma non so se questo sia dipeso da quel particolare treno di gomme o dalla mescola stessa”. La Ferrari si aspetta molto dal finlandese, le cui prestazioni sono nel mirino in vista del possibile rinnovo del contratto. Al momento le sue chance di restare non sono molto elevate, ma ottenendo grandi risultati lo scenario può cambiare e la scuderia può convincersi a farlo rimanere.