MotoGP, Jorge Lorenzo: “Non possiamo sottovalutare Marc Marquez”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

La stagione 2015 della MotoGP sta assumendo sempre più i contorni di una sfida tutta interna alla Yamaha tra il “nostro” Valentino Rossi e lo spagnolo Jorge Lorenzo. Certo, in occasione dell’ultimo round del GP ad Assen il distacco tra i due è ancora aumentato, ma chi conosce il maiorchino sa bene quali siano le sue capacità di recupero da una gara all’altra.

Quanto a campione del mondo 2014, Marc Marquez, molti lo considerano ormai fuori dai giochi. E’ davvero così? Secondo Jorge Lorenzo niente affatto. “In questo momento possiamo dire che a vincere sarà un pilota Yamaha – dichiara il pilota in un’intervista ad Alberto Porta di Sport Mediaset – , ma non possiamo sottovalutare Marc. Come lui ha sbagliato in questa prima parte di stagione, possiamo farlo noi”, al netto del “vantaggio in termini di punti”.

Il punto è che “in MotoGP può succedere di tutto”, ricorda Lorenzo. E il Fenomeno di Cervera “ha dimostrato che se noi dormiamo e noi continuiamo l’evoluzione ci può battere tante volte”.

 

Un campionato difficile

Il campionato 2015 è secondo Jorge Lorenzo difficile “più che mai”, con quattro team e dunque otto piloti “in condizioni reali di vittoria”, con la Ducati – precisa – sicuramente più vicina all’obiettivo rispetto alla Suzuki; un “mondiale appassionante” che finora lo ha reso “contento, essendo in seconda posizione”, dopo aver disputato “alla grande le ultime cinque gare”.

Lorenzo è poi tornato a dire la sua sul tema “caldo” del momento: il contatto tra Marquez e Rossi in occasione della gara di sabato scorso ad Assen. “La chicane è stretta, Marquez ha dato un colpo – ricorda lo spagnolo – . Vale non aveva altre possibilità”.

Quanto alle prossime gare da affrontare, per Jorge Lorenzo la “ricetta” è sempre la stessa: “molto caffè, molto lavoro e molto sacrificio”.