MotoGP Ducati: Andrea Dovizioso e quel “problema” con le leggi della fisica

ASSEN, NETHERLANDS - JUNE 25: Andrea Dovizioso of Italy and Ducati Team  looks on in box during the MotoGP Netherlands - Free Practice at  on June 25, 2015 in Assen, Netherlands.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)

 

Dopo la caduta al GP di Barcellona, Andrea Dovizioso ha lamentato un problema con il controllo di trazione. Ma secondo gli ingegneri della Ducati non c’è alcun difetto “tecnico”: è lui che ha semplicemente superato le leggi della fisica.

A spiegarlo, è il direttore sportivo del team bolognese Paolo Ciabatti, secondo quanto riporta Speedweek.com: “Dovi ha indicato a Barcellona un problema con il controllo di trazione. Sì, è giusto. Ma questa ipotesi si è dimostrata imprecisa”.

 

La verità sul controllo di trazione

Che il ducatista abbia trovato difficoltà sul circuito spagnolo è fuori discussione. “A Jerez abbiamo avuto un problema – riconosce Ciabatti – . C’è stato un malfunzionamento, il motore si è bloccato. Nei giri successivi la moto ha funzionato perfettamente. Questo problema è stato scoperto e risolto per il futuro”.

Quanto alle dichiarazioni di Andrea Dovizioso dopo l’incidente di Barcellona, “in realtà, esaminando i dati abbiamo notato che il pilota guidava con un’inclinazione estrema e il gas saliva molto prima del solito”. “Dovi ha voluto andare a un passo più veloce”, ma “così è arrivato al punto in cui il Traction Control smette di funzionare”.

Ciò non toglie però, aggiunge Ciabatti, che “i nostri specialisti devono forse cercare di perfezionare ancora il sistema, in modo che risulti efficace anche nelle situazioni più estreme. Se questo è possibile, non si può valutare ora”.

Insomma, secondo il manager della Ducati “a Barcellona non c’è stato un problema di funzionamento. Le leggi della fisica non possono essere aggirate… Forse con una versione più sofisticata del controllo di trazione si potrà ridurre il rischio che tali incidenti si ripetano, ma ci sarà sempre un punto in cui il conducente non può evitare una caduta. Se osi troppo e giri la manopola del gas troppo presto, soprattutto considerando le condizioni di grip di Barcellona, il gioco si fa duro…”.