MotoGP, Paolo Beltramo: “C’è sempre da imparare da Valentino Rossi”

Marc Marquez, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)
Marc Marquez, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

L’ex inviato Mediaset Paolo Beltramo non manca di dare il suo punto di vista sul Mondiale MotoGP sulle colonne del sito Redbull.com e anche in occasione del GP di Assen ha stilato le sue pagelle, al termine di un’epica sfida tra Valentino Rossi e Marc Marquez, indiscussi protagonisti del week-end olandese sin dalle prove libere.

Paolo Beltramo promuove a pieni voti il campione di Tavullia, autore di una gara magistrale e di un sorpasso cinico all’ultima curva, una manovra che ha fatto tanto parlare il mondo delle corse: “La risposta al tentativo di sorpasso di Marquez all’ultima curva dell’ultimo giro è da favola: esperienza, freddezza, controllo, capacità di creare, di inventarsi una soluzione vincente sempre e comunque anche quando è l’unico ad avere qualcosa da perdere a fare a sportellate – ha ammesso ‘Paolone‘ -. Ha ragione Marquez quando dice che da Rossi c’è sempre da imparare. Mi sa che le lezioni non sono ancora finite. Il Dottore che fa il professore”.

Ma il giornalista si complimenta anche con il campione in carica della Repsol Honda, senza il quale si sarebbe rivelata una gara noiosa: “Certo perché sia davvero spettacolare di solito ci vuole anche Rossi, ma il fenomeno della Honda lo spirito del protagonista ce l’ha nel sangue. Doveva provarci e l’ha fatto nel modo assoluto – ha aggiunto Paolo Beltramo -, all’ultima possibilità, quando non ci sarebbe più stato scampo né per lui, né per Rossi. Grande”.