MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marquez è molto aggressivo, ma non è un mio problema”

Marc Marquez e Jorge Lorenzo
Marc Marquez e Jorge Lorenzo (getty images)

In tanti hanno commentato il corpo a corpo tra Valentino Rossi e Marc Marquez nelle fasi finali del Gran Premio d’Olanda, ma finora mancava il punto di vista di un protagonista del Mondiale MotoGP.

Jorge Lorenzo, in occasione del lancio della sua linea di abbigliamento ‘Skull Rider’ ha parlato di quanto accaduto sul circuito di Assen fra lo spagnolo della Honda e il suo compagno di squadra, seppur con una certa dose di freddezza e distacco.

“Questo non è un mio problema, non è un argomento di cui voglio parlare. Ognuno ha il suo stile e Marquez è molto aggressivo, ha molti contatti con i rivali. Sta a lui scegliere – ha dichiarato il maiorchino della Yamaha -. E’ vero che il regolamento dice che non si può andare fuori pista, ma il contatto è stato forte e Rossi non poteva fare altrimenti. Se è stato deciso che Valentino è il vincitore vuol dire che è la decisione è giusta”.

D’altronde Jorge Lorenzo era distante diversi secondi quando Rossi e Marquez non si sono risparmiati le sportellate… “Ero lontano per vedere, ho dovuto vedere in televisione ed era una lotta tra i due. Un altro giorno può accadere tra Marquez-Lorenzo e tra Rossi-Lorenzo… vedremo cosa succede se succede nuovamente”, ha aggiunto il due volte campione iridato.

La vittoria del campione di Tavullia ha consentito di rimpolpare il deficit in classifica, ma dieci lunghezze sono un nulla se si considera che mancano ancora dieci gare e in palio ci sono ben 250 punti. Per il momento in testa c’è ancora Valentino, “anche se “dieci punti sono pochi e si può combattere fino alla fine”. A cominciare dal GP di Germania al Sachsenring, un circuito dove Lorenzo non ha mai vinto: “C’è un’ossessione per vincere lì, ma sarebbe bello se ci riuscissi”.