MotoGP, Livio Suppo: “Honda ha proposto alla Ducati la piattaforma inerziale”

Livio Suppo
Livio Suppo (getty images)

Alla vigilia del Gran Premio di Assen si è parlato della fine dei vantaggi alla Ducati nel 2016 nonostante non abbia ancora vinto un Gran Premio in questa stagione. Un punto su cui ha tanto insistito la Honda Racing Corporation, insieme al discorso della piattaforma inerziale tenuta fuori dalla classificazione ‘sensore’, che avrebbe obbligato la casa nipponica a rendere disponibile la propria piattaforma inerziale a tutti i team presenti in MotoGP.

La piattaforma inerziale, in parole povere, è un sensore molto evoluto che misura la posizione della moto nello spazio e le accelerazioni-decelerazioni a cui è sottoposta. In altre parole rileva le inclinazioni della moto, le accelerazioni e le frenate e le comunica alla centralina che, dopo aver rielaborato questi dati insieme agli altri provenienti da altri sensori, elabora la miglior soluzione per l’erogazione del motore.

In un’intervista rilasciata a Gpone.com il team principal HRC Livio Suppo ha rivelato alcuni interessanti retroscena… “I componenti della piattaforma inerziale vengono prodotti in piccolissima serie, quindi sarebbe difficile renderli disponibili in grandi quantità, soprattutto in tempi ristretti. Detto questo nel corso della riunione della MSMA Shuhei Nakamoto ha detto a Gigi Dall’Igna che, se vuole e se è in grado di ordinarla per tempo, la Honda è in grado di vendergli la sua piattaforma inerziale“. Ora si attende la risposta della Ducati…