MotoGP, boss Bridgestone: “Grande battaglia ad Assen, Valentino Rossi è stato il più forte”

Valentino Rossi e Marc Marquez
Valentino Rossi e Marc Marquez (getty images)

Il GP di Assen ha regalato forte emozioni dal primo all’ultimo giro, con sensazionali colpi di scena al 20esimo, quando Marc Marquez ha sorpassato Valentino Rossi, poi al 24esimo quando c’è stato il contro-sorpasso del pesarese, fino al taglio dell’ultima chicane che ha regalato la vittoria al pilota della Movistar Yamaha. Una gara che sarà ricordata a lungo e di cui i vertici di Bridgestone andranno fieri per un bel po’.

Nel week-end olandese è stato stabilito un nuovo record sul giro (1’32.627) nelle qualifiche ad opera di Rossi, Marquez ha stabilito un nuovo giro record in gara (1’33.617) e il tempo totale di gara (40’54.037 ) è migliorato di 20″ rispetto al vecchio record.

Masao Azuma, Chief Engineer, Bridgestone Moto Tyre Development Department, ha tracciato un bilancio altamente positivo, “non solo per il ritmo molto rapido mostrato dai piloti, ma anche perchè abbiamo avuto pochi incidenti e la nostra scelta degli pneumatici ha funzionato bene per tutti. Ad Assen è importante portare un pneumatico posteriore in grado di sopportare temperature elevate, ma capace di fornire abbastanza grip”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche da Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport: “Abbiamo visto una grande battaglia per la vittoria, ma alla fine Valentino è stato il più forte, quindi complimenti a lui e alla Yamaha per aver conquistato la loro sesta vittoria consecutiva. Sono felice che ad Assen abbiamo avuto il pubblico più numeroso dal 2002 e pare che il grande lavoro che stiamo svolgendo in pista sta portando sempre più appassionati verso la MotoGP”.