MotoGP 2015, Jorge Lorenzo resta il favorito per la vittoria del Mondiale?

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Dopo quattro vittorie consecutive il terzo posto al GP di Assen potrebbe sembrare una sconfitta per Jorge Lorenzo, ma più volte abbiamo ripetuto che in questa stagione della MotoGP il dominio assoluto di un pilota non può esistere. D’altronde anche Valentino Rossi, leader di classifica, si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio in tre occasioni su otto: Austin, Jerez e Mugello.

Il distacco tra i due piloti della Movistar Yamaha è di soli 10 punti, un gap facilmente colmabile, soprattutto se consideriamo che mancano ancora dodici GP e Jorge Lorenzo ha qualche vantaggio in più sui circuiti restanti, quindi con il vento del calendario a favore.

Infatti nel 2014 dopo la gara in Germania è sempre salito sul podio ed ha ottenuto due vittorie (salvo il ritiro all’ultima gara di Valencia). Se il campionato fosse cominciato l’anno scorso al Sachsenring e fosse finito in Olanda qualche giorno fa Lorenzo sarebbe il campione del mondo…

Dati e statistiche che rendono ottimista Jorge Lorenzo dopo il Gran Premio d’Olanda: “Finire al terzo posto è una buona cosa per la Coppa del Mondo, è un risultato molto buono dato che la situazione era difficile”, ha detto il pilota spagnolo dopo Assen. In attesa della prossima gara in Germania… “Dopo la gara in Germania del 2014 tutto è andato molto regolare. E’ stato difficile arrivare alla vittoria, ne ho ottenuto solo due, anche se sono stato il più consistente della seconda parte della stagione”, ha analizzato il pilota della Yamaha al quotidiano spagnolo ‘Marca‘.

Una svolta resa possibile anche grazie al cambio di allenatore e ad una nuova preparazione fisica: “Mi è costato molto di più di quanto pensassi ritornare in gran forma, ma poco per volta ho ripreso il feeling con la mia moto e ora sono molto in forma”, ha concluso il rider maiorchino.