MotoGP Assen, Andrea Iannone: “Marc Marquez deve stare più calmo”

Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Iannone (Getty Images)

 

Fa ancora discutere il “contatto” tra Valentino Rossi e Marc Marquez a pochi metri dalla fine del GP di Assen di sabato scorso. L’episodio ha creato uno scontro (verbale) non solo tra i due piloti direttamente coinvolti, ma anche tra gli addetti ai lavori e il grande pubblico. Dopo la presa di posizione di Carlo Pernat, a dire la sua oggi è stato anche Andrea Iannone, che in sella alla Ducati ha concluso la gara olandese con un ottimo quarto posto e rimane in terza posizione nella classifica generale piloti.

Il pilota abruzzese, ingiustamente ignorato dai media italiani, era partito dalla seconda fila (sesto posto) e, dopo un buon avvio, è passato in quinta posizione al termine del primo giro. Nel corso del terzo giro Iannone ha superato Pol Espargarò ed è salito al quarto posto, che ha mantenuto fino al traguardo, terminando con un vantaggio di oltre cinque secondi sul pilota spagnolo.

 

Lo “scontro” con Valentino Rossi

“L’ho visto in replica più volte – ha dichiarato Andrea Iannone commentando su Virgin Radio lo scontro Rossi-Marquez ad Assen – . Era l’unica possibilità che Vale [Rossi] aveva quella di rialzare la moto e andare nella ghiaia, altrimenti credo che non avrebbe fatto la curva”.

Quanto a Marc Marquez, “ha provato a vincere, ha potuto provarci solo in quel modo, altrimenti non ci sarebbe riuscito, ma non ci è riuscito neanche così”. Dunque “la prossima volta deve stare più calmo con queste carenate che dà sempre a tutti”.

A proposito della sua gara, poi, il pilota di Vasto ha osservato che “se fossi partito meglio sarei riuscito a superare un po’ più velocemente Aleix Espargaro e Pol e sarei potuto andare via con Jorge perché il mio passo è stato molto simile al suo”. “Sono stato lento”, ha ammesso in conclusione.