Formula 1, Sebastian Vettel: “Voglio vincere tanti titoli con la Ferrari”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel resta fiducioso sul destino della Ferrari che ha fatto sì un enorme passo avanti rispetto alla scorsa stagione, accreditandosi come seconda forza del campionato di Formula 1, ma il gap con le Mercedes resta piuttosto consistente.  Ma il campione tedesco, presente al Ferrari Racing Days a Budapest, ha promesso: “Voglio vincere più titoli possibili qui, vogliamo ricreare la magia di qualche anno fa”.

Dopo otto gare Sebastian Vettel ha conquistato quattro podi e una vittoria ed è terzo in classifica iridata a 49 punti dal leader Lewis Hamilton. Ambire alla vittoria mondiale sarebbe irrisorio, ma l’ex pilota Red Bull ha un sogno nel cassetto, vincere il Gp di Monza: “Vincere a Monza sarebbe speciale, è la pista di casa e sarebbe una grande emozione”, ha detto il tedesco come riportato da Adnkronos.

“Stiamo spingendo al massimo, vogliamo riportare la Ferrari al top ma non sarà semplice… Sappiamo che c’è ancora un team davanti a noi ma è già un grande risultato quello che abbiamo ottenuto. Bisogna essere onesti e riconoscere che il passo che la Ferrari ha compiuto è stato il più grande rispetto a tutti gli altri team – ha sottolineato Sebastian Vettel -. Possiamo essere molto contenti di questo, ma di certo non è quello che vogliamo. Il nostro obiettivo è compiere l’ultimo passo”.

 

Il pilota della Ferrari è intervenuto anche sul tema Kimi Raikkonen e sull’eventuale rinnovo di contratto, che sembra più lontano dopo gli ultimi errori in gara: “Sarei contento se Raikkonen restasse in Ferrari anche il prossimo anno, ma non sono io che devo decidere e non conosco i dettagli… Quest’anno ha avuto molti alti e bassi, a volte ha commesso qualche piccolo errore e altre volte ci sono stati errori di altra natura, ma queste cose capitano a tutti. Ora dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro al volante e fare del nostro meglio – ha concluso Vettel – . Ma come detto sono certo che recupererà e andrà bene”.