MotoGP Assen, Jorge Lorenzo: “Risultato ottimo, ho dovuto combattere…”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo è più che soddisfatto del gradino più basso del podio conquistato oggi al GP di Assen, teatro di una memorabile vittoria del team mate Valentino Rossi. La gara di oggi era soprattutto una sfida tutta interna alla Yamaha per la leadership del campionato: di qui la determinazione del Pesarese ad assicurarsi il podio più importante e compiere un altro passo avanti verso sogno del 10° titolo iridato.

 

Un podio “sudato”

Per il maiorchino della Yamaha “il risultato è ottimo”. “La situazione era difficile – ha spiegato Jorge Lorenzo al termine del Gran Premio d’Olanda – come riporta Raisport – . Partivo dall’8° posizione in griglia, ho fatto una buona partenza, facendo tanti sorpassi nel primo giro”.

Un’ottima performance, quella dello spagnolo, che però non è bastata a tener testa all’esuberenza del Dottore: “Non avevo il passo di Rossi e [Marc] Marquez e ho dovuto combattere per non perdere troppo terreno – aggiunge Lorenzo – e salvare questo terzo posto che è molto positivo per il campionato”.

Ora il maiorchino si prepara a disputare il GP del Sachsenring del 12 luglio con dieci punti di distacco da Rossi. Chi si affermerà come leader del campionato prima della pausa estiva? “In Germania affronteremo una pista che in passato è stata molto più difficile per me – dichiara Lorenzo a Speedweek.com – . Due o tre volte lì ho sfiorato la vittoria. Ma non ho mai vinto”.

“Però – osserva ancora lo spagnolo – non si sa mai cosa può succedere. Forse nel 2015 avrò lì il mio momento migliore. E’ importante che abbia meno problemi di quelli che ho riscontrato qui”.

Quanto ai dieci punti di svantaggio rispetto a Valentino: “Più punti possiamo rubargli in Germania, meglio è”.