MotoGP Assen, Andrea Iannone: “Avevo il passo di Lorenzo”. Andrea Dovizioso: “Sfortunato, potevo fare bene”

Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Iannone (Getty Images)

Gran Premio d’Olanda soddisfacente a metà per la Ducati. In una pista come quella di Assen, più favorevole a Yamaha e Honda, è riuscita ad ottenere un buon 4° posto finale con Andrea Iannone mentre il compagno Andrea Dovizioso ha terminato la gara solamente 12° dopo aver accusato una strana vibrazione sulla moto quando si trovava in quinta piazza. Bravo il primo, terzo nella classifica generale, sfortunato il secondo.

Andrea Iannone si è così espresso al termine del GP: “E’ stata una gara difficile perché quando ambisci ad ottenere risultati diversi non è facile essere soddisfatto di un quarto posto anche se porti a casa punti importanti – si legge sul sito ufficiale della Ducati -. Ho avuto un passo da gara molto simile a quello di Jorge, quindi probabilmente potevamo provare a fare qualcosa di più. C’è comunque da essere contenti e soddisfatti perché siamo riusciti a portare a casa il massimo di quello che potevamo ottenere oggi. Credo che abbiamo fatto un buon lavoro durante il week-end, siamo stati costanti durante la gara e abbiamo capito ancora una volta la direzione giusta da seguire”. L’abruzzese sperava di ottenere un risultato migliore, ma cerca lo stesso di guardare il bicchiere mezzo piano.

Invece Andrea Dovizioso ha analizzato come segue la sua giornata sfortunata: “E’ davvero un peccato quello che è successo oggi perché dopo una qualifica non esaltante ero riuscito a recuperare fino alla quinta posizione. Ero dietro a Iannone quando si è rotto un particolare della sella a cui è anche attaccato lo scarico che, muovendosi, ha creato una grossa vibrazione sull’anteriore. Ho dovuto rallentare perché ho rischiato di cadere tante volte e questo non mi ha permesso di portare a casa un buon risultato. Senza questo inconveniente potevamo fare una buona gara anche se non eravamo pienamente soddisfatti della nostra velocità”. Al forlivese è andata male, ma avrà l’occasione di riscattarsi nel prossimo GP.