MotoGP Assen, Valentino Rossi: “Lorenzo dovrà rischiare, Marquez non mi farà scappare”

Valentino Rossi ad Assen
Valentino Rossi ad Assen (getty images)

Sul circuito di Assen Valentino Rossi e Jorge Lorenzo invertono i ruoli una volta tanto: il pesarese partirà dalla pole position, il maiorchino sarà costretto ad inseguire. Adesso toccherà al Dottore ‘martellare’ dal primo all’ultimo giro facendo affidamento su una Yamaha YZR-M1 in perfetta forma, magari nella speranza che la Honda di Marc Marquez sottragga secondi preziosi a Lorenzo.

Due le incognite che potrebbero rendere nervosa l’attesa del campione di Tavullia: la partenza e il meteo, due variabili che potrebbero decidere le sorti del GP d’Olanda. Ma stavolta il feeling con la moto è stato ottimo sin dalle prove libere del giovedì e questo non può che essere un grandissimo vantaggio, considerando che Lorenzo partirà dalla terza fila.

“In realtà non abbiamo fatto grosse modifiche, non abbiamo pensato a cosa particolarmente intelligenti dopo Barcellona – ha scherzato Valentino Rossi in conferenza stampa, come riportato da Gpone.com -. La differenza l’hanno fatta il tracciato e il fatto di avere avuto fiducia nella moto fin da subito. Al Montmelò e poi nei test ad Aragon abbiamo lavorato sul set e poi è arrivato un telaio che mi piace molto, ho avuto la conferma che funziona bene anche in qualifica”.

Il pesarese ha rischiato qualcosa in più, ma dopo la gara in Catalunya e il test ad Aragon le impressioni in sella alla M1 sono migliorate sensibilmente: “Più rischi non significano più velocità. Con la prima gomma ero stato veloce e sapevo di potere migliorare – ha aggiunto il pilota della Yamaha -. Assen non è una pista molto lunga, questo mi ha permesso di fare più giri e questa strategia mi ha aiutato. I miei rischi me li sono comunque presi”.

Adesso non resta che tenersi dietro Jorge Lorenzo e mantenere la leadership in classifica, prima di approdare al prossimo appuntamento in Germania, prima della sosta estiva: “Jorge farà una bella gara, è competitivo e nelle FP4 è stato molto veloce con le gomme usate. E’ una situazione diversa da gestire rispetto a quella a cui era abituato – ha concluso Valentino -, dipenderà molto da quanto vorrà rischiare nei primi giri… Mi piacerebbe fare il Lorenzo, ma ci sono tanti piloti velocissimi e non credo che Marquez mi lascerà scappare. Certamente preferirei partire veloce per evitare che Jorge possa riprendermi”.