SBK, Max Biaggi: “Potrei avvicinarmi ai primi, ma non voglio correre a tempo pieno”

Max Biaggi (Getty Images)
Max Biaggi (Getty Images)

Max Biaggi al suo ritorno in pista in Superbike nel Gran Premio di Misano ha ottenuto due ottimi sesti posti in Gara1 e Gara2. Prestazione ottima per il romano, assente da due anni e mezzo dalle corse dopo il suo ritiro. L’Aprilia gli ha permesso di gareggiare come wild-card e lui ha accettato la sfida, riuscendo sostanzialmente e vincerla. Avrebbe voluto e potuto fare qualcosa di meglio, ma a 43 anni è difficile chiedergli di più.

C’è chi lo vorrebbe in pista con continuità, ma lui non è d’accordo in merito a tale tema e spiega il motivo nel corso dell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport: “Se facessi altre gare potrei avvicinarmi. Ma fare un campionato intero non è la strada che voglio imboccare. Ci siamo goduti la festa, era la gara italiana, quindi un appuntamento speciale per tutti. Ho movimentato il week-end ed è stato bellissimo. Peccato che Misano non fosse il massimo per l’Aprilia, ma lo sapevamo”.

Max Biaggi fa un bilancio comunque complessivo positivo di questa sua ‘nuova’ esperienza in SBK: “Il venerdì è stato pazzesco (primo nelle due sessioni; n.d.r.) la Superpole anche”, gongola. “Il bilancio è super: in qualifica con tre centesimi in meno sarei partito 2° (invece di 5°; n.d.r.), in gara 2 ho preso 5” secondi da Rea. Davvero poco”. Il pilota romano, salvo ripensamenti, correrà anche in Malesia il 2 agosto per GP che si disputerà a Sepang. Poi non ci dovrebbero essere altre date previste per lui, anche se speriamo il contrario.