MotoGP, Andrea Dovizioso: “Lorenzo e Rossi incredibili, ma manca poco alla vittoria Ducati”

Andrea Dovizioso e Andrea Iannone
Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (Getty Images)

Dopo un inizio di stagione molto promettente la sfortuna ha ostacolato il cammino di Andrea Dovizioso nel Mondiale MotoGP 2015, costretto a due ritiri nelle ultime due gare. Un motivo in più per fare bene nel prossimo Gran Premio d’Olanda che si terrà sabato 27 giugno sul circuito di Assen.

Il pilota forlivese della Ducati, quarto in classifica iridata con 83 punti, si è visto superare dal compagno di squadra Andrea Iannone, terzo a quota 94, complice gli 0 punti del Mugello e di Barcellona.

Ma la Desmosedici GP15 ha mostrato più volte di poter essere la seconda forza del campionato, alle spalle delle Yamaha, ma a pari passo o persino più avanti delle Repsol Honda. D’altronde la classifica parla chiaro… “Non c’è molta distanza dalla vittoria. Ma attualmente recuperare una gara di MotoGP (o due, ndr) è molto, molto difficile – ha detto in un’intervista riportata da Speedweek.com -. Nell’ultima gara è stato incredibile Lorenzo, anche Rossi è andato forte. Per vincere una gara devi essere perfetto in ogni zona. Questo è difficile, soprattutto per noi, perché la nostra moto è ancora molto nuova. Ma la cosa buona del motociclismo è che ogni fine settimana tutto può succedere”.

Andrea Dovizioso non può lamentarsi della potenza della GP15, che in più occasioni ha dimostrato di essere prima in assoluto sul rettilineo, ma ci sono alcuni difetti che mettono in secondo piano il suo grande vantaggio: “Siamo molto vicini, perché la nostra velocità è lì. Non manca molto. Dobbiamo migliorare un po’ il grip, ma i piloti si lamentano sempre per delle sciocchezze – ha scherzato il Dovi -. Sono sicuro che possiamo lottare per la vittoria”.