Ferrari F1, una lista di piloti sul taccuino per il dopo Kimi Raikkonen

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (getty images)

Dopo otto gare Kimi Raikkonen ha collezionato due ritiri e un solo podio, ma a pesare sono gli ultimi due errori di Montreal e Spielberg, ammesso che in quest’ultimo caso si sia trattato di un suo errore. Ma fra i tifosi serpeggia un certo malumore sul pilota finlandese in scadenza di contratto e i vertici di Maranello ancora non hanno intrapreso la strada del rinnovo.

“Non so esattamente cosa sia accaduto prima dell’incidente, le gomme hanno pattinato in un punto strano – ha spiegato Iceman sul sito Ferrari.com circa l’incidente al primo giro nel GP d’Austria -. Ero in un tratto piuttosto veloce e improvvisamente ho sbandato sulla sinistra. Non mi sono accorto di nulla, è successo tutto molto in fretta. Purtroppo la mia gara è finita lì. E’ stato un brutto fine settimana, ora pensiamo alla prossima corsa”.

Durante la conferenza stampa alla vigilia della gara austriaca le domande sul rinnovo hanno stizzito Raikkonen e in tempi di mercato piloti diventa inevitabile pensare ad un eventuale sostituto. Perchè un altro errore potrebbe spazientire Maurizio Arrivabene, sino ad oggi sin troppo diplomatico… “Onestamente, ascoltando Kimi non penso che sia successo per un problema tecnico. E inoltre ritengo che Alonso non abbia responsabilità”, ha sentenziato il team principal della Ferrari come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’.

Ma secondo indiscrezioni a Maranello qualcosa bolle in pentola e il rinnovo di contratto sembra allontanarsi di gara in gara: “Non sarò io a prendere la decisione, posso solo dare suggerimenti al presidente Marchionne – ha aggiunto Arrivabene -. La nostra scelta riguarderà i risultati, i punti, il rapporto del pilota con team e ingegneri. C’è una scadenza, ovviamente. Ma non è il caso di parlarne ora che siamo neppure a metà stagione”.

Ma l’elenco dei possibili candidati per sostituire Kimi Raikkonen è già stato allestito dai media, e non solo: Valtteri Bottas è il nome più accreditato, anche se difficilmente la Williams lo lascerà andare via. Daniel Ricciardo è la “nuova pista” che affiora dalle deludenti prestazioni della Red Bull. Poi Nico Hulkenberg che al volante della ‘piccola’ Force India dimostra di avere carattere e qualità. Ma in caso di ulteriori errori grossolani da parte del finlandese non bisogna dimenticare che ai box c’è il pilota messicano Esteban Gutierrez che scalpita e porta in dote uno sponsor da oltre 10 milioni di euro…