F1 GP Austria, Kimi Raikkonen: “Sabato di m….”. Sebastian Vettel: “Speravo meglio”

Kimi Raikkonen (Getty Images)
Kimi Raikkonen (Getty Images)

Il turno di qualifiche del Gran Premio d’Austria 2015 è terminato e gli umori nei due lati del box Ferrari sono completamente opposti. Da una parte c’è un Kimi Raikkonen che sorprendentemente è stato eliminato nel corso del Q1 a causa di un errore di valutazione (credeva di avere il tempo per un altro giro, ma non era così), dall’altra c’è un Sebastian Vettel che si conferma in terza posizione dietro alle sue solite Mercedes.

Il finlandese si è posizionato 18°, ma grazie alle penalizzazioni di alcuni piloti qualificatisi davanti a lui partirà 14° e per lui sarà comunque una gara di rimonta. Uno scenario imprevisto dato che nei turni precedenti aveva mostrato un gran passo e sembrava proiettato a lottare per le prime posizioni. Ma un’altra volta ha sciupato tutto. Questo è stato il commento di Kimi Raikkonen ai microfoni di Sky Sport dopo la sua eliminazione: “Non so cosa sia successo in qualifica. Pensavo di avere un giro in più, vedremo domani dove finiremo. E’ un sabato di m…”. Successivamente ha specificato: “Ho ricevuto via radio delle informazioni dal team e, ovviamente, erano sbagliate. Il punto è che mi hanno mandato fuori troppo tardi; il piano è cambiato a un certo punto, ma non mi è stato detto”.

Sebastian Vettel auspicava di poter impensierire maggiormente i colleghi della Mercedes, ma comunque si è piazzato dietro di loro e domani può tentare già in partenza di mettersi almeno tra loro: “Pensavo di essere più vicino, ma purtroppo erano troppo veloci – ha dichiarato in conferenza stampa -. Le ho provate tutte, sembravamo competitivi durante le prove. In generale le macchine con il motore Mercedes sono in grado di aumentare le loro prestazioni. Sono contento, ma dobbiamo lavorare di più. Sono soddisfatto della macchina anche in vista della gara, ma speravo di essere più avanti”.